Menu

Pensioni, Aggiornati i tassi per la cessione del quinto della pensione

Cambiano i tassi da applicare nel periodo tra il 1° ottobre e il 31 dicembre 2017 per quanto riguarda la cessione del quinto della pensione.

 Cambiano i tassi da applicare nel periodo tra il 1° ottobre e il 31 dicembre 2017 per quanto riguarda la cessione del quinto della pensioneCon il messaggio n. 3821 dello scorso 4 ottobre, l'Inps ha aggiornato il valore dei tassi relativi al prestito che il pensionato può ottenere da un istituto di credito e rimborsare attraverso un addebito automatico da effettuare sul suo trattamento pensionistico.

L'aggiornamento segue il decreto DT/71048 con il quale il ministero dell’Economia ha indicato i tassi effettivi globali medi (TEGM) praticati dalle banche e dagli intermediari finanziari. Per i prestiti da estinguersi dietro cessione del quinto dello stipendio e della pensione il valore dei tassi da applicarsi nel periodo 1° ottobre – 31 dicembre 2017 sono i seguenti: per gli importi fino a 15mila euro, tassi medi pari a 11,81 e tassi soglia usura a 18,7625. Oltre i 15.000, invece tassi medi a 9,04 e tassi soglia usura a 15,3000.

I tassi soglia TAEG da utilizzare per i prestiti estinguibili con cessione del quinto della pensione concessi da intermediari finanziari in regime di convenzionamento ai pensionati variano come riportato in tabella.

Le prestazioni cedibili. Non tutte le prestazioni possono essere oggetto di cessione. Possono essere cedute infatti solo le prestazioni di natura previdenziale corrisposte dallo Stato o dai singoli enti, gli assegni equivalenti a carico di speciali casse di previdenza, le pensioni e gli assegni di invalidità e vecchiaia corrisposti dall'INPS, gli assegni vitalizi e i capitali a carico di istituti e fondi in dipendenza del rapporto di lavoro.

Sono quindi escluse le pensioni e assegni sociali; i trattamenti di invalidità civile; l'assegno mensile per l'assistenza personale e continuativa ai pensionati per inabilità; gli assegni di sostegno al reddito; le pensioni a carico degli enti creditizi. Parimenti non possono essere oggetto di cessione i trattamenti pensionistici integrati al minimo, ovvero di importo inferiore a tale limite (circa 500 euro al mese). Per quanto riguarda la pensione ai superstiti, la cedibilità non è ammessa soltanto se siano in pagamento delle quote di contitolarità. Pertanto, nel caso di pensione ai superstiti corrisposta ad un solo titolare, il calcolo della quota cedibile deve essere effettuata anche su tale prestazione sia nel caso in cui sia la sola pensione di riferimento sia nel caso in cui sia abbinata ad uno o più trattamenti cedibili. 

Segui su Facebook tutte le novità su pensioni e lavoro. Partecipa alle conversazioni. Siamo oltre trentamila

Torna in alto

Leggi Anche

Pensioni Oggi

Sezioni

Speciali

Strumenti

Seguici