Menu

Pensione Anticipata, Si avvicina la Partenza del Prestito Pensionistico

Entro la fine di Febbraio attese le istruzioni operative dell'Inps per aderire al prestito pensionistico. I tassi oscilleranno all'inizio tra il 2,8 ed il 2,9%.

Si avvicina il debutto del prestito pensionistico per gli ultra63enni. Dopo un ritardo di diversi mesi l'Abi ha finalmente comunicato all’Inps e al Ministero del Lavoro e a quello dell'Economia il tasso di partenza per il primo bimestre di erogazione dell’anticipo finanziario per consentire il decollo ufficiale della misura.

La missiva Abi conferma che il tasso di interesse verrà aggiornato ogni bimestre e dunque varierà a seconda della data di stipula del prestito da parte dei lavoratori. Il tasso di interesse per il primo bimestre di partenza sarà pari al 2,838 per cento nel piano di accumulo e del 2,938 per cento nel piano di ammortamento al quale dovrà aggiungersi una commissione di accesso al fondo di garanzia pari all'1,6% del capitale assicurato accompagnata dalla polizza assicurativa contro il rischio premorienza. Complessivamente il costo effettivo per i lavoratori, considerando anche lo sgravio fiscale, risulterà pari a circa il 5% del valore della pensione per ogni anno di anticipo nel caso in cui si richieda il massimo importo possibile (che, come noto, oscilla dal 75 al 90% della pensione netta a seconda di quanti anni di anticipo si chiedono; da un minimo di sei mesi ad un massimo di 43 mesi), dunque non siamo molto lontani dalle proiezioni diffuse lo scorso anno da Palazzo Chigi (nelle quali era stato ipotizzato un tasso del 2,8%). Almeno all'inizio del periodo di sperimentazione.

Quanto ai prossimi passi ora si attende la chiusura della convenzione tra Inps e ministero dell’Economia per l’attivazione del fondo di garanzia e la pubblicazione della relativa circolare attuativa da parte dell'Inps. Come si era detto questi passaggi dovrebbero concludersi entro la fine del mese di febbraio. A quel punto i lavoratori potranno iniziare a produrre la domanda di certificazione dei requisiti: l'Inps avrà 60 giorni per dare una risposta indicando anche l’importo minimo e l’importo massimo dell’APE ottenibile, cifra che potrà essere scelta dal lavoratore sulla base delle proprie specifiche esigenze. Una volta in possesso della certificazione il lavoratore potrà presentare domanda per accedere all'APE producendo, contestualmente, domanda diretta ad ottenere la pensione di vecchiaia da liquidarsi al raggiungimento dei requisiti anagrafici previsti dalla normativa vigente, con l'indicazione dell'istituto bancario ed assicurativo tra quelli che hanno aderito alla convenzione quadro. Teoricamente a quel punto se gli istituti accoglieranno l'istanza del lavoratore e questi non eserciti il diritto di recesso il prestito inizierà a decorrere 30 giorni dopo il perfezionamento del contratto. In definitiva le prime somme dell'ape volontaria non saranno riscuotibili prima di Maggio/Giugno. Se tutto andrà per il verso giusto. 

Al momento della presentazione della domanda di APE il lavoratore potrà anche chiedere il pregresso maturato dal 1° maggio 2017. Questa facoltà, salvo indicazioni contrarie, potrà essere esercitata solo fino al 18 aprile prossimo, ovvero entro i sei mesi passati dalla pubblicazione in Gazzetta del Dpcm numero 150 (18 ottobre 2017). Dunque qualora si voglia profittare di tale possibilità occorrerà sbrigarsi. Al momento della domanda di APE occorrerà anche indicare subito nella domanda Ape se si è orientati a optare o meno per un finanziamento supplementare, con conseguente maggiorazione dell’importo della rata mensile per restituire il prestito, nel caso in cui durante l'erogazione del prestito scatti un aumento della speranza di vita. In tal caso il prestito durerà più di 43 mesi. Qualora non si chieda il finanziamento supplementare il prestito si interromperà prima della pensione di vecchiaia creando un vuoto reddituale tra la fine del prestito e l'andata in pensione. 

Segui su Facebook tutte le novità su pensioni e lavoro. Partecipa alle conversazioni. Siamo oltre trentamila

 

Approfondimenti: Calcola il costo dell'Ape volontario

Torna in alto

Pensioni Oggi

Sezioni

Speciali

Strumenti

Seguici