Menu

Pensioni, Arrivano i primi pagamenti per l'Ape sociale

I lavoratori precoci dovranno attendere ancora per avere liquidata la prestazione pensionistica comprensiva degli arretrati. 

 A partire dal 22 dicembre verranno effettuati i primi pagamenti, comprensivi di arretrati, per 9.839 beneficiari dell'APE sociale, pari al 78% di coloro che hanno presentato domanda entro il 15 luglio 2017 e che hanno ricevuto risposta positiva di accoglimento (del totale delle 15.559 certificazioni accolte relativamente alle domande presentate entro metà luglio, sono 12.624 i soggetti che hanno presentato domanda per la prestazione). Lo comunica l'INPS in una nota, precisando che questo risultato è stato possibile grazie all'operazione di liquidazione straordinaria messa in atto dall'Inps a partire dall'11 dicembre (qui i dettagli).

L'Istituto di previdenza sociale fa sapere inoltre che continuerà nei prossimi giorni con la liquidazione delle restanti 2.785 domande di prestazione relative al primo scrutinio. I prossimi pagamenti saranno effettuati a partire dal 20 gennaio 2018. A partire dai primi giorni di gennaio, inizierà invece a liquidare anche le prestazioni destinate ai lavoratori precoci. I beneficiari riceveranno i primi pagamenti a partire dai primi di febbraio 2018. 

Per quanto riguarda l'anticipo finanziario a garanzia pensionistica (APE volontario), l'Istituto è in attesa della firma degli accordi quadro fra Ministeri, ABI e Ania. "Una volta siglati gli accordi, l'INPS, entro i successivi 15 giorni, invierà al Ministero del Lavoro, per la sua approvazione, la circolare interpretativa e pubblicherà un simulatore online che consentirà agli interessati di stimare l'entità del finanziamento richiedibile", spiega. L'impressione che emerge è che l'anticipo pensionistico difficilmente potrà essere ottenuto prima della prossima primavera considerando i tempi tecnici per la certificazione dei requisiti del richiedente e del successivo perfezionamento del contratto con l'intermediario finanziario. 

Segui su Facebook tutte le novità su pensioni e lavoro. Partecipa alle conversazioni. Siamo oltre trentamila

Torna in alto

Pensioni Oggi

Sezioni

Speciali

Strumenti

Seguici