Menu
E' possibile controllare manualmente con PensioniOggi.it l'importo dell'assegno pensionistico per i lavoratori che hanno decorrenza della pensione entro il 2022. 

Aggiornato il programma di pensionioggi.it per il calcolo dell'importo pensionistico per i lavoratori iscritti alla previdenza pubblica obbligatoria. La versione sottostante è più completa rispetto alla versione automatica diffusa nelle scorse settimane in quanto consente al lettore di inserire manualmente i valori della retribuzione annua imponibile percepita per ciascun anno e della relativa copertura contributiva. Partendo dall'inizio del rapporto assicurativo sino alla data di effettivo pensionamento. Questa versione è consigliata soprattutto da lavoratori che hanno carriere lavorative discontinue, dunque con buchi contributivi all'interno del periodo assicurativo, oppure che hanno effettuato ricongiunzioni o riscatti di periodi che si collocano da un punto di vista temporale esternamente al rapporto di lavoro. O ancora da coloro che hanno carriere lavorative anomale cioè con retribuzioni più alte all'inizio del periodo assicurativo rispetto agli ultimi anni di pensionamento, come di regola accade o con periodi di contribuzione figurativa. Può essere utilizzato anche per avere un'idea più precisa dell'impatto di un calcolo con l'opzione per il contributivo, come accade per le lavoratrici. 

Per avere un'indicazione dell'importo dell'assegno più vicina alla realtà bisogna avere in questo caso però la pazienza di inserire i dati anno per anno così come riportato nell'estratto conto Inps. Per questo motivo, pur essendo stato semplificato il più possibile l'utilità si rivolge soprattutto ai lettori che hanno una certa dimestichezza con la materia. Qualora si voglia fare prima o non si conoscano i dati richiesti anno per anno si può utilizzare la versione automatica del programma (qui disponibile) che simula l'andamento dei dati retributivi e contributivi dall'inizio del lavoro sino alla cessazione dal servizio. Ovviamente in questo caso la rapidità del calcolo si paga con un maggior grado di approssimazione.

Questa versione è ancora in versione beta e quindi è aperta ad ulteriori suggerimenti e miglioramenti (tra le mancanze che contiamo di aggiungere nelle prossime settimane è il calcolo del periodo del part-time che, come noto, incide in modo diverso sulla rata dell'assegno, soprattutto nei periodi retributivi). La retribuzione annua da inserire è quella imponibile previdenziale comprensiva cioè della 13^ mensilità. Come nella versione già nota il programma calcola prestazioni con decorrenza ricompresa entro il 2022 in quanto andare oltre non sembra per ora molto logico: le variabili in gioco diventano troppe e l'attendibilità del calcolo diminuisce notevolmente.   

Torna in alto

Pensioni Oggi

Sezioni

Speciali

Strumenti

Seguici