Menu

Stabilità, Addio alla Tassa sul possesso sugli Yacht

E dal primo luglio del 2016 si potrà pagare anche il parcheggio sulle strisce blu con bancomat e carte di credito salvo nei casi di "oggettiva impossibilità tecnica".

Slitta ancora una volta il passaggio all'Aula della Legge di stabilità. Complice la pausa del voto per i giudici della Consulta, ma soprattutto la gran mole di emendamenti da approvare, la manovra approderà all'aula di Montecitorio solo giovedì, con un giorno di ritardo rispetto alla tabella di marcia programmata ieri. Dovrebbero invece terminare questa notte i lavori della Commissione Bilancio. Oltre al corposo capitolo sul welfare e sulla sicurezza, nella seduta pomeridiana il testo della manovra ha imbarcato una serie di norme fiscali tra cui, quella che sancisce l'addio alla tassa di possesso sugli yacht, che era stata introdotta dal governo di Mario Monti e che prevedeva il versamento di un tributo in proporzione alle dimensioni dello scafo.

Viene poi previsto che l'Iva per l'acquisto di una abitazione direttamente dal costruttore potrà essere scontata per il 50% dall'Irpef del compratore. Arrivano poi tre milioni per i cori e le bande musicali e 100mila euro per la società Dante Alighieri che promuove l'insegnamento dell'italiano all'estero; sparisce anche la norma che nel testo unico dell'imposta sui redditi obbliga a considerare nell'imponibile da tassare anche il 15% del costo delle attività sostenute per la vendita dalle società sportive.

Le novità riguardano anche i pagamenti. Dal primo luglio del 2016, infatti, si potrà pagare anche il parcheggio sulle strisce blu con bancomat e carte di credito salvo nei casi di "oggettiva impossibilità tecnica". Il ddl di stabilità sarà all'esame dell'Aula della Camera il 17 dicembre. Poi dovrà tornare al Senato per una terza lettura confermativa, una lettura che non consentirà modifiche rispetto al testo licenziato dalla Camera.

Segui su Facebook tutte le novità su pensioni e lavoro. Partecipa alle conversazioni. Siamo oltre trentamila

Torna in alto

Pensioni Oggi

Sezioni

Speciali

Strumenti

Seguici