Imprese artigiane, Fissato lo sconto sui contributi Inail per le aziende in regola con la sicurezza

Nicola Colapinto Lunedì, 22 Febbraio 2021
L'incentivo spetta alle aziende in regola con le norme sulla sicurezza del lavoro nel biennio 2018/2019, che ne abbiano fatto richiesta lo scorso anno. Il recupero dello sconto avviene in sede regolazione 2020 scaduta il 16 febbraio 2021.
Il Ministero del Lavoro ha fissato lo sconto dei premi Inail a favore delle imprese artigiane in regola con le norme sulla sicurezza del lavoro nel biennio 2018/2019. E' stato, infatti, pubblicato ieri il decreto interministeriale, lavoro e finanze, del 2 febbraio 2021 sul sito internet del Ministero del lavoro, sezione pubblicità legale che fissa l'agevolazione contributiva in misura pari al 6,81% per l'anno 2020.

L'agevolazione introdotta dal 1° gennaio 2008 dall'art. 1, comma 781, della legge n. 296 del 27 dicembre 2006, Legge finanziaria 2007 è destinata alle aziende artigiane che non abbiano avuto infortuni nel biennio precedente a quello di fruizione del beneficio (per l'anno 2020 il biennio di riferimento è il 2018/2019) e che siano in regola con le norme in materia di sicurezza dettate dal dlgs 626/1994 e dal dlgs 81/2008. Ai fini dell'applicazione della riduzione, sono considerati gli infortuni denunciati (sia a seguito di certificato medico che a seguito di denuncia del datore di lavoro) nel biennio di riferimento senza tener conto degli infortuni in franchigia e "in itinere". La riduzione si applica sia ai premi della polizza artigiani (premio speciale unitario), sia ai premi della polizza dipendenti (premi ordinari)

La misura dello sconto viene fissata ogni anno mediante decreto sulla base di una proposta dell'Inail. Per l'anno corrente l'Inail ha calcolato uno sconto in misura del 6,81% con determina n. 181/2020, approvata con decreto dell'13 ottobre scorso, pubblicato ieri sul sito del Ministero del lavoro (nel 2019 la riduzione è stata del 7,38; nel 2018 del 7,09%; nel 2017 del 7,22%; nel 2016 del 7,61% e dell'8,16% nel 2015). Per gli anni 2008, 2009 e 2010, tenuto conto del carattere strutturale della riduzione e preso atto del mancato avvio dei piani pluriennali di prevenzione, d'intesa con i Ministeri vigilanti si è deciso di applicare la riduzione d'ufficio. Dal 2011, invece, lo sconto è subordinato alla presentazione di una apposita istanza in sede di autoliquidazione delle retribuzioni che le aziende sono tenute a presentare ad inizio anno.

Nello specifico lo sconto si applica sulla rata di premio dovuta a conguaglio (saldo) al lordo delle altre eventuali riduzioni spettanti che si paga in sede di autoliquidazione 2020/2021 (i termini sono scaduti il 16.2.2021 ma la misura dello sconto era stata già anticipate dall'Inail) previa domanda di ammissione al beneficio in sede di autoliquidazione delle retribuzioni per il periodo precedente (cd. regolazione 2020) che doveva essere presentata entro il 2 marzo 2020.  A tale fine la domanda si considera presentata se l’impresa artigiana seleziona SI nel campo “ Certifico di essere in possesso dei requisiti ex lege 296/2006, art. 1, commi 780 e 781” della prima schermata della procedura ALPI online oppure valorizza l’apposito campo del “Record retributivo (trk 100) – Anagrafica cliente ” del file per l’Invio telematico dichiarazione salari.

Si rammenta che per applicare la riduzione sull'autoliquidazione 2021/2022 (regolazione 2021) la domanda di ammissione al beneficio va effettuata entro il 1° marzo 2021.

Segui su Facebook tutte le novità su pensioni e lavoro. Partecipa alle conversazioni. Siamo oltre cinquantamila

© 2020 Digit Italia Srl - Partita IVA/C.f. 12640411000. All Rights Reserved.