Menu

Inail, Ecco gli importi delle Rendite dal 1° luglio 2019

L'Istituto Assicuratore ha pubblicato la Circolare che fissa i valori delle rendite Inail per il periodo 1° luglio 2019 - 30 giugno 2020.  Aumenti dell'1,1% rispetto allo scorso anno. Crescono anche gli assegni continuativi.

Crescono le rendite erogate dall'Inail nel 2019. L'Istituto assicuratore ha pubblicato la Circolare 30/2019 che, come ogni anno, fissa i nuovi valori delle rendite e prestazioni dopo la diffusione dei decreti con i quali il ministero del lavoro (nn. 93/2019, 94/2019 e 95/2019) ha fissato un incremento dell'1,1% dal 1° luglio 2019 delle prestazioni ordinarie, degli assegni continuativi e dell'assegno personale di assistenza. Come di consueto l'Inail sta inviando agli interessati la comunicazione di riliquidazione delle rendite con indicazione del relativo conguaglio, mediante i modelli 170/I e 171/I.

Settore Industria

Dal 1° luglio 2019 al 30 giugno 2020 tutte le prestazioni economiche per infortunio sul lavoro e malattie professionali per i settori industria, agricoltura, medici radiologi e tecnici sanitari di radiologia autonomi sono rivalutate dell'1,1%.  Nel settore industria la rivalutazione determina la fissazione di una retribuzione media giornaliera di euro 78,83. Di conseguenza, i limiti retributivi annui, minimo e massimo, da prendere a base per il calcolo delle rendite diventano rispettivamente euro 16.554,30 (16.373,7 fino al 30 giugno) ed euro 30.743,70 (30.408,30 fino al 30 giugno).

Per il personale del settore marittimo operano gli stessi importi fissati per il settore industria, ad eccezione dei lavoratori di seguito indicati, per i quali, fermi restando i suddetti importi della retribuzione media giornaliera (euro 78,83) e della retribuzione annua minima (euro 16.554,30), i nuovi massimali retributivi risultano così fissati: 1)  per i comandanti e capi macchinisti euro 44.270,93; 2) per i primi ufficiali di coperta e di macchina euro 37.507,31; 3) per gli altri ufficiali euro 34.125,51.

Settore agricoltura

Nel settore agricolo il calcolo della prima rendita per i lavoratori subordinati assunti a tempo determinato (Otd) va effettuato su una retribuzione annua convenzionale di euro 24.981,61 (24.709,80 fino al 30 giugno); per i lavoratori assunti a tempo indeterminato (Oti) invece la retribuzione effettiva è compresa entro i limiti previsti per il settore industriale, già indicati in precedenza.

Medici e tecnici radiologi (raggi X)

Cresce anche la retribuzione annua d'assumere a base della liquidazione delle prestazioni per i medici colpiti da malattie e lesioni causate dall'azione dei raggi X e sostanze radioattive, e dei loro superstiti, che passa a euro 61.385,80 (60.717,90 fino al 30 giugno). 

Assegno di Assistenza

Dal 1° luglio 2019, è rivalutato anche l'assegno per "assistenza personale continuativa", il cui importo mensile è elevato da euro 539,09 a euro 545,02.

Assegni continuativi

La Circolare aggiorna anche gli assegni continuativi mensili di cui agli articoli 124 (industria) e 235 (agricoltura) del Testo unico 1124/65 che, come noto, devono essere riliquidati nella stessa misura percentuale delle rendite. Spettano ai superstiti (coniugi e figli) di titolari di rendita Inail: per infortuni verificatisi fino al 31 dicembre 2006 e malattie professionali denunciate fino a tale data, con grado d'inabilità permanente non inferiore al 65% riconosciuto dall'Inail; per infortuni verificatisi e malattia denunciate dal 1° gennaio 2007, con grado di menomazione non inferiore al 48%.

Le misure spettanti sono: 50% al coniuge fino a morte o nuovo matrimonio; 20% a ciascun figlio fino al 18° anno di età o fino al 26° se studenti; 40% per ciascun figlio orfano di entrambi i genitori; 50% per ogni figlio inabile. Gli importi effettivi spettanti dal 1° luglio 2019 al 30 giugno 2020 sono indicati in tabella.

Assegni continuativi Mensili Inail
% di Inabilita' Importi dal 1.7.2019 al 30.6.2020
Art 235 (settore agricoltura) Art 124 (settore industria)
dal 50 al 59% € 383,06 € 305,82
dal 60 al 79% € 534,53 € 429,07
dall'80 all'89% € 917,69 € 796,64
dal 90 al 100% € 1.300,82 € 1.227,32
100% + a.p.c € 1.845,83 € 1.773,06

 

Assegno una tantum

L'assegno spetta agli eredi in caso di morte del lavoratore, nei settori industria e agricoltura. A seguito dalla legge bilancio 2019 (legge n. 145/2018), dal 1° gennaio l'importo dell'assegno è salito a 10 mila euro, (la rivalutazione inizierà dal 2020). Per i medici radiologi colpiti da raggi X e sostanze radioattive l'importo dell'assegno resta rapportato alla retribuzione di euro 61.385,80: un terzo per sopravvivenza del coniuge con figli; un quarto per sopravvivenza del solo coniuge o dei soli figli; un sesto negli altri casi.

Comunicazioni

Come ogni anno l'Inail sta inviando agli interessati la comunicazione di riliquidazione delle rendite con indicazione del relativo conguaglio, mediante i modelli 170/I e 171/I. In caso di variazioni anagrafiche, occorre comunicare alla sede dell'Inail competente, entro 15 giorni dal ricevimento, i propri dati anagrafici aggiornati, compilando la dichiarazione stampata sul retro dei modelli.

Documenti: Circolare Inail 30/2019

Torna in alto

Pensioni Oggi

Sezioni

Speciali

Strumenti

Seguici