Menu

Reddito di Cittadinanza, Quasi una domanda su tre è stata respinta

La fotografia scattata dall'Inps sulla misura in vigore dallo scorso aprile: 415 mila respinte o cancellate. Importo medio a 482 euro. Campania prima regione per numero di percettori.

All'8 ottobre 1,5 milioni di nuclei hanno presentato una domanda di reddito/pensione di Cittadinanza all'Inps: 982mila sono state accolte, 126mila sono in lavorazione e 415mila sono state respinte o cancellate. E' quanto emerge dall'osservatorio statistico sul reddito/pensione di cittadinanza diffuso oggi dall'Inps e che si basano sulle domande, trasmesse all'stituto dai caf, dai patronati e dalle poste italiane. Da aprile a oggi, i nuclei decaduti dal diritto di usufruire del RdC sono invece 39mila. I motivi di decadenza sono: rinuncia del beneficiario (5% dei nuclei), variazione della situazione reddituale del nucleo (10%), variazione della composizione del nucleo ad eccezione di nascita e morte (37%) e infine variazione congiunta della composizione e della situazione economica del nucleo (48%).

La regione con il maggior numero di nuclei percettori di reddito/pensione di cittadinanza è la Campania (19% delle prestazioni erogate), seguita dalla Sicilia (17%), dal Lazio e dalla Puglia (9%); nelle quattro regioni citate risiede il 54% dei nuclei beneficiari. L'importo medio mensile erogato nei primi tre mesi dall'istituzione del reddito di cittadinanza è pari a 482 euro, con un importo superiore del 7% rispetto a quello nazionale nelle regioni del Sud e delle Isole e inferiore del 7% e del 14% nelle regioni del Centro e del Nord.

L'importo medio mensile varia anche in funzione della prestazione percepita. In media vengono erogati 520 euro per il reddito di cittadinanza e 215 euro per la pensione di cittadinanza. Il 68% dei nuclei percepisce un importo mensile inferiore a 600 euro e solo l'1% un importo mensile superiore a 1.200 euro; la classe modale risulta quella dei nuclei con un solo componente che percepiscono un importo mensile compreso tra 400 e 600 euro (281 mila).

Torna in alto

Pensioni Oggi

Sezioni

Speciali

Strumenti

Seguici