Menu

Pensioni, Cosa cambierebbe con la quota 100 dal 2019

Su Pensioni Oggi un breve riepilogo dei canali di pensionamento che dovrebbero essere disponibili nel 2019 a seguito della Riforma annunciata dal Governo. 

La quota 100 si appresta a divenire un canale di pensionamento aggiuntivo rispetto alle attuali combinazioni previste dalla Legge Fornero, che al massimo saranno solo leggermente modificate. E' questa la strada scelta dal Governo per attuare la Quota 100 con un minimo di 62 anni e 38 anni di contributi.

Pertanto dal prossimo anno i lavoratori iscritti all'Inps avranno tre vie principali per accedere alla pensione a seconda di quale requisito matura prima. In particolare, considerando che il Governo ha indicato la volontà di bloccare il prossimo adeguamento alla speranza di vita per la pensione anticipata, le situazioni dovrebbero essere le seguenti sinteticamente riportate per esigenze di spazio.

Lavoratori nel Sistema misto

Per gli assicurati nel sistema misto (cioè in possesso di contribuzione al 31.12.1995): 1) pensione di vecchiaia a 67 anni e 20 anni di contributi; 2) pensione anticipata a 42 anni e 10 mesi di contributi (41 anni e 10 mesi per le donne) a prescindere dall'età anagrafica; 3) perfezionamento di almeno 62 anni e 38 anni di contributi (quota 100 per l'appunto).

Sistema contributivo

Per gli assicurati nel sistema interamente contributivo (cioè privi di contribuzione al 31.12.1995); 1) pensione di vecchiaia a 67 anni e 20 anni di contributi unitamente ad un assegno con un importo non inferiore a 1,5 volte il valore dell'assegno sociale; 2) pensione di vecchiaia con 71 anni e 5 anni di contributi effettivi; 3) pensione anticipata con 64 anni e 20 anni di contribuzione effettiva a condizione che l'importo soglia non risulti inferiore a 2,8 volte il valore dell'assegno sociale; 4) pensione anticipata con 42 anni e 10 mesi di contributi (41 anni e 10 mesi le donne) a prescindere dall'età anagrafica; 5) pensione con 62 anni e 38 anni di contributi (quota 100). Per i contributivi puri la quota 100 è però solo un esercizio ipotetico; non si può aver raggiunto il requisito contributivo richiesto considerando che l'iscrizione non può essere datata prima del 1996.

Occorre ricordareche sia per l'accesso alla pensione con la quota 100 che con la pensione anticipata dovrebbero essere inserite quattro finestre ogni anno (aprile, luglio, ottobre e gennaio a seconda della data di maturazione dei requisiti). Il rateo pensionistico, cioè, non decorrerà subito, il primo giorno del mese successivo alla maturazione del requisito, ma occorrerà attendere un lasso di tempo. 

Gli altri scivoli pensionistici
Oltre a questi canali restano in vigore gli scivoli pensionistici creati e/o rafforzati in questi ultimi anni. In particolare proseguono le agevolazioni per i lavori usuranti (uscita a 61 anni e 7 mesi unitamente ad un minimo di 35 anni di contributi e perfezionamento del quorum 97,6, senza applicazione del prossimo scatto alla ADV); pensione con 41 anni di contributi per i lavoratori precoci nel sistema misto in particolari condizioni meritevoli di tutela (disoccupati, caregivers, invalidi almeno al 74%, addetti a mansioni gravose o usuranti); l'ape volontario (cioè il prestito pensionistico per i nati entro il luglio del 1956 con almeno 20 anni di contributi, la misura scade il prossimo 31 dicembre 2019); l'assegno di esodo fornero (anticipo pagato dall'azienda sino a 7 anni sull'età di pensionamento); gli assegni straordinari di solidarietà pagati dai fondi esuberi.

A questi canali dal prossimo anno si aggiungerebbe anche la proroga dell'opzione donna (uscita a 57 anni, 58 le autonome, unitamente a 35 anni di contributi per le donne con assegno interamente calcolato con le regole contributive) e la proroga di un anno dell'ape sociale cioè l'uscita a 63 anni e 30/36 anni di contributi in particolari condizioni meritevoli di tutela (disoccupati, caregivers, invalidi almeno al 74%, addetti a mansioni gravose) che è previsto in scadenza il 31 dicembre 2018.

Insomma il quadro è piuttosto complesso e solo a fine anno si potrà iniziare a completare il puzzle delle combinazioni per il 2019.

Segui su Facebook tutte le novità su pensioni e lavoro. Partecipa alle conversazioni. Siamo oltre trentamila

Torna in alto

Pensioni Oggi

Sezioni

Speciali

Strumenti

Seguici