Menu

Scuola, Al via il Concorso che porterà in cattedra oltre 63mila insegnanti

Entra nel vivo il concorso che manderà in cattedra 63.712 nuovi insegnanti. Le prove scritte prenderanno il via giovedì 28 aprile e proseguiranno fino al 31 maggio.

Concorso scuola ai nastri di partenza. Prenderanno ufficialmente il via il prossimo 28 Aprile le prime prove scritte che porteranno in cattedra oltre 63 mila insegnanti nell'arco del prossimo triennio. Le prove scritte avranno una durata di 150 minuti, saranno computer based (il candidato legge­rà i quesiti e risponderà agli stessi attraverso una piattaforma online) e ci saranno due turni per ogni giorno di prova, mattino e pomeriggio. Sono previste 8 domande sulla materia di insegna­mento di cui 2 in lingua straniera (inglese, france­se, tedesco o spagnolo, obbligatoriamente l'in­glese per la primaria). Sei quesiti saranno a ri­sposta aperta ( di carattere metodologico e non no­zionistico) e 2 ( quelli in lingua) a risposta chiusa. Per le risposte in lingua il candidato dovrà dimo­strare di avere un livello di competenza pari alme­no al livello B2. I candidati, ricorda il Miur, dovranno essere muniti di documento di riconoscimento, codice fiscale e copia della ricevuta di versamento dei diritti di segreteria. I candidati non potranno tenere con loro telefoni, smartphone, tablet e qualsiasi altro strumento idoneo alla trasmissione o conservazione di dati.

Resta la polemica sui commissari d'esame, pochi e malpagati secondo i sindacati. Il ministero dell'Istruzione ha reso noto oggi il calendario delle prove e inviato agli Uffici Scolastici le indicazioni operative per il loro svolgimento (dalla vigilanza nelle aule al riepilogo dei contenuti della prova). Nei giorni scorsi il ministro Giannini  ha detto che dopo la vicenda dei commissari pagati 1 euro, arriverà presto un emendamento del Governo. Dal 12 aprile sui siti degli Uffici Scolastici Regionali sono pubblicati gli elenchi dei candidati per ciascuna prova, con l'abbinamento candidato/aula. Gli elenchi saranno pubblicati gradualmente e comunque almeno 15 giorni prima dello svolgimento dello scritto. Il giorno della prova i candidati  dovranno essere muniti di documento di riconoscimento, codice fiscale e copia della ricevuta di versamento dei diritti di segreteria. 

Potranno essere ammessi a sostenere la prova anche i candidati eventualmente muniti di ordinanze o di decreti cautelari dei giudici amministrativi loro favorevoli. Sono previste procedure (codici di controllo, buste cartacee internografate) per assicurare l'anonimato nella correzione dei compiti. Analogamente a quanto avviene per gli esami di Maturità i candidati non potranno tenere con sé telefoni, smartphone, tablet o qualsiasi altro strumento idoneo alla trasmissione o conservazione di dati.

Documenti: Il calendario ufficiale delle date in cui si terranno le prove 

Torna in alto

Pensioni Oggi

Sezioni

Speciali

Strumenti

Seguici