Menu

Scuola, Fase C: tempo sino al 20 Novembre per accettare la proposta di assunzione

I 55mila docenti assegnati all'organico aggiuntivo avranno tempo sino al 20 Novembre per accettare la proposta di incarico. 

Decolla l'ultima fase del piano straordinario di assunzioni dei docenti precari previsto dalla legge 107/2015. I circa 55mila docenti che hanno ricevuto la destinazione presso cui prendere servizio hanno tempo dalle ore 16.00 di oggi sino alle 15.59 del 20 Novembre per accettare la proposta di immissione in ruolo. I destinatari delle proposte di assunzione sono i docenti precari collocati nelle graduatorie del concorso ordinario del 2012 (che verranno quindi chiuse) e coloro che risultano inclusi nelle graduatorie a esaurimento con esclusione dei docenti che sono stati già immessi in ruolo nella fase 0, nella fase A e nella fase B.

Come già anticipato nei giorni scorsi sulle pagine di questo giornale i docenti che saranno immessi in ruolo nella fase C, se entro il termine di accettazione della proposta di assunzione a tempo indeterminato avranno già accettato un incarico di supplenza non breve, potranno ritardare la presa di servizio nella provincia di immissione in ruolo fino alla data di scadenza del contratto a tempo determinato (quindi sino al 1° settembre 2016 per le supplenze annuali e sino al 1° luglio 2016 per le supplenze operanti sino al termine dell'attività didattica).

Il Miur ricorda che, in caso di mancata accettazione, nei termini e, in ogni caso, sempre tramite le procedure attivate nel sistema informativo dell’istruzione (e ciò tramite Istanze Online), i docenti destinatari non potranno ricevere ulteriori proposte di assunzione a tempo indeterminato ai sensi del piano di assunzioni previsto dall’articolo 1, comma 98, della legge 107. Il dicastero di viale Trastevere ha ricordato, inoltre, che coloro che non accetteranno o rifiuteranno l’eventuale proposta di assunzione saranno «definitivamente espunti dalle graduatorie di merito e ad esaurimento in cui sono iscritti». Come per la precedente fase ai docenti verrà assegnata una sede in via provvisoria (cioè senza alcuna titolarità) anche se con la mobilità 2016/2017 costoro potranno chiedere il trasferimento negli ambiti territoriali a livello nazionale (pur continuando a non godere più di una titolarità di sede). 

Torna in alto

Pensioni Oggi

Sezioni

Speciali

Strumenti

Seguici