Menu

Pensioni, ok ai versamenti per gli esodi Fornero

L’INPS fornisce le Indicazioni sul piano operativo in ordine alla modalità di composizione del flusso Uniemens in presenza di lavoratori dello spettacolo e dello sport professionistico e dei lavoratori iscritti ad una delle gestione pensionistiche dei dipendenti pubblici, ai datori di lavoro che abbiano presentato domanda per la procedura di esodo ex art. 4, Legge n. 92/2012 a far data dal 1° maggio 2015 e per quelli che presentano nuovi programmi di esodo annuali con la medesima decorrenza.

Ok dell'lnps ai versamenti contributivi per il prepensionamento dei dipendenti iscritti a ex-Enpals o ex lnpdap previsto dalla legge 92/2012. Nel mes­saggio n. 5804/12015 pubblicato ieri, infatti, l'ente di previdenza detta le istru­zioni operative sia per la compilazione del flusso Uniemens (in caso di ver­samenti all'ex Enpals) che del flusso ListaPosPa (in caso di versamenti all'ex Inpdap ) con riferimen­to alle richieste di esodo presentate dal 1° maggio 2015.

L'esodo volontario, introdotto dalla riforma Fornero, interessa i la­voratori le cui pensioni devono essere liquidate dall'Inps, incluse le gestioni dell'Enpals (spettacolo) e lnpdap ( eccezion fatta per i dipendenti pubblici), nonché dagli enti privati e privatizzati (lnpgi in pri­mo luogo). Si applica ai datori di lavoro che impie­gano mediamente più di 15 dipendenti i quali, in caso di eccedenza di personale, ·, possano stipulare un ac­cordo finalizzato a incenti­vare l'esodo dei lavoratori più prossimi alla pensione, ossia quelli che raggiungo­no il diritto alla pensione, di vecchiaia o anticipato, nei quattro anni successivi alla data di cessazione del rapporto di lavoro.

Con l'accordo di esodo, il da­tore di lavoro s'impegna a versare all'lnps le risorse finanziarie necessaria per l'erogazione ai lavoratori di una prestazione pari alla pensione e per l'ac­credito dei contributi. Nel caso di lavoratori iscritti all'ex Enpals, nel flusso Uniemens l'azienda dovrà valorizzare all'interno dell'elemento «Qualifi­ca1» il valore «V» e all'in­terno dell'elemento «Dati Retributivi» l'elemento «Imponibile» e l'elemen­to «Contributo» con l'im­porto della contribuzione figurativa correlata da versare. I dati esposti nell'Uniemens andranno riportati nel Dm2013 virtuale ricostruito nella colonna «somma a debito» con il codice «Ml61».

Nel caso di lavoratori iscritti all'ex Inpdap, nel flus­so ListaPosPA il datore di lavoro dovrà indicare per ciascun lavoratore nell'elemento «Imponibi­le» il valore di riferimen­to sul quale è calcolata la contribuzione, nonché nell'elemento «Contributo» l'importo dei contribu­ti da versare.

Documenti: Messaggio Inps 5804/2015

Segui su Facebook tutte le novità su pensioni e lavoro. Partecipa alle conversazioni. Siamo oltre diecimila

Torna in alto

Pensioni Oggi

Sezioni

Speciali

Strumenti

Seguici