Menu
La Pensione anticipata, la pensione di vecchiaia, l'opzione donna, i lavori usuranti. Ecco tutti i principali requisiti per andare in pensione nel 2017.


Le Pensioni nel 2017

Nel 2017 l'età per andare in pensione, per i lavoratori iscritti alla previdenza pubblica obbligatoria, subisce alcuni cambiamenti rispetto al 2016. E' bene precisare subito che i requisiti generali previsti dalla Riforma Fornero del 2012 non vengono mutati. Per centrare l'uscita è necessario perfezionare almeno 66 anni e 7 mesi di età (65 anni e 7 mesi le lavoratrici dipendenti del settore privato, 66 anni e 1 mese le autonome) unitamente a 20 anni di contributi (pensione di vecchiaia) oppure, indipendentemente dall'età anagrafica, 42 anni e 10 mesi di contributi (41 anni e 10 mesi le donne) (pensione anticipata).

Dal 1° maggio 2017 però i lavoratori precoci, cioè coloro che hanno svolto almeno 12 mesi di lavoro effettivo prima del 19° anno di età, e che si riconoscono in alcuni profili di tutela potranno godere del pensionamento anticipato a 41 anni di contributi a prescindere dall'età anagrafica. Sempre dal 1° maggio 2017 i lavoratori che hanno compiuto il 63° anno di età potranno, inoltre, godere dell'APE Sociale, dell'APE Volontario o della RITA per raggiungere l'età necessaria per la pensione di vecchiaia. Questi strumenti, è bene ricordarlo, non sono una pensione ma una sorta di reddito ponte che viene erogato dallo Stato (nell'APE sociale), dal sistema bancario ed assicurativo (APE Volontario) o dalla previdenza complementare (RITA) per accompagnare il lavoratore al naturale pensionamento di vecchiaia. 

Per effetto di una modifica contenuta nella legge di bilancio 2017 viene consentita l'uscita anche delle lavoratrici che hanno raggiunto i 57 anni età unitamente a 35 anni di contributi entro il 31.12.2015 a condizione che optino per la liquidazione della pensione con il sistema contributivo (cd. opzione donna). Anche gli addetti alle mansioni usuranti possono uscire con requisiti ridotti. Nello specifico dal 2017 l'uscita può essere agguantata con 61 anni e 7 mesi di età, 35 anni di contributi ed il contestuale perfezionamento del quorum 97,6  senza più necessità, a seguito di una modifica contenuta nella legge di bilancio, di attendere ulteriori 12 o 18 mesi dal perfezionamento dei suddetti requisiti.

Nulla viene modificato per quanto riguarda i requisiti agevolati previsti per i lavoratori del comparto difesa, sicurezza e soccorso pubblico, per alcune categorie di lavoratori dello spettacolo e gli sportivi professionisti, per il personale viaggiante iscritto al soppresso fondo trasporti, per gli iscritti al fondo volo. 

In questo contesto Pensioni Oggi ha realizzato una breve guida - disponibile nel menu a lato destro della pagina - per far conoscere meglio i requisiti da tenere sott'occhio per andare in pensione. Si tratta di un utile strumento che riassume tutti i principali termini chiave per comprendere il complesso sistema previdenziale attuale ed aiuta i lavoratori a conoscere meglio i propri diritti in vista della pensione.

Segui su Facebook tutte le novità su pensioni e lavoro. Partecipa alle conversazioni. Siamo oltre diecimila

Documenti: Tavola Inps sul rinnovo delle pensioni nel 2016; Tavola Inps sul rinnovo delle pensioni nel 2017

Torna in alto

Pensioni Oggi

Sezioni

Speciali

Strumenti

Seguici