Menu

Disabili, Inps: Crescono i lavoratori che fruiscono dei permessi della legge 104

I dati sono contenuti nell'Osservatorio sulle prestazioni sociali erogati nei confronti delle famiglie pubblicato dall'Istituto di Previdenza Nazionale.

 Dal 2011 al 2015 c'è stato un andamento crescente del numero dei beneficiari di permessi per legge 104 e congedo straordinario previsti dal Dlgs 151/2001, riconosciuti ai lavoratori dipendenti con disabilità grave e che prestano assistenza ai loro familiari con disabilità grave in presenza di determinate condizioni. E' quanto rileva l'osservatorio Inps sulle prestazioni alla famiglia. I permessi personali sono infatti passati da 39.722 del 2011 a 48.674 del 2015 (+22,5%); mentre quelli per i familiari da 254.803 del 2011 a 341.665 del 2015 (+34%). Nel 2015 il numero di beneficiari di indennità di maternità tra i lavoratori dipendenti del settore privato (esclusi i domestici), che hanno iniziato nell'anno a percepire l'indennità, sono risultati pari a 204.174 (-4,9% rispetto al 2014); mentre il numero di lavoratrici/lavoratori che sono stati almeno un giorno nell'anno in congedo parentale è stato pari a 298.313 (+5,1% rispetto al 2014). Ancora con riferimento al congedo parentale il numero di padri che nel 2015 ne ha usufruito è stato complessivamente pari a 44.700, con un incremento rispetto all'anno precedente del 22,3% e del 39,8% rispetto a cinque anni prima.

Particolarmente interessante è la nuova sezione dedicata al congedo obbligatorio e facoltativo di paternità introdotto dalla Legge 92/2012 (cd . Legge Fornero). Tale norma ha introdotto un giorno di astensione obbligatoria e due giorni di astensione facoltativa, in questo caso in alternativa alla madre, del padre lavoratore dipendente entro cinque mesi dalla nascita del bambino, con un’indennità giornaliera pari al 100% della retribuzione. L'Inps mostra, tuttavia, come sia ancora limitato il ricorso a tale nuovo istituto, anche in riferimento al giorno di congedo obbligatorio, considerando che in Italia, nel 2015, ci sono state circa 486 mila nascite. 

Il numero di beneficiari di assegni al nucleo familiare tra i lavoratori dipendenti del settore privato (esclusi operai agricoli e domestici), con almeno un assegno percepito nell'anno, è risultato pari a 2.827.859 (+0,1% rispetto al 2014) e con un importo medio annuo di 1.092 euro con un progressivo aumento negli ultimi cinque anni del numero di beneficiari di sesso femminile ( +12,4 % rispetto al 2011 ) e una diminuzione della componente maschile (- 7,3 %). Nella distribuzione per numero dei componenti il nucleo familiare la classe più numerosa è stata quelle delle famiglie con tre componenti, 1.124.226 pari al 39,8 % , a seguire i nuclei composti da quattro persone (30,3%), poi quelli fino a due (23,1 %), in coda le famiglie numerose formate da 5 componenti e oltre (6,9%).  

Segui su Facebook tutte le novità su pensioni e lavoro. Partecipa alle conversazioni. Siamo oltre diecimila

Documenti: L'osservatorio sintetico dell'Inps 

Torna in alto

Pensioni Oggi

Sezioni

Speciali

Strumenti

Seguici