Menu

Pensioni, Riscatto con termini favorevoli per Ape Sociale e Precoci

I chiarimenti in un documento dell'Inps. Gli addetti alle mansioni gravose potranno integrare il modello AP116 entro il 13 Aprile 2018 in virtu' delle modifiche apportate dalla legge di bilancio per il 2018.

Le domande di Ape sociale e Precoci non saranno respinte se i lavoratori non hanno ancora versato l'onere richiesto per costituzione della rendita vitalizia, il riscatto dei periodi assicurativi o una ricongiunzione onerosa. Lo ha indicato l'Inps, tra l'altro, nel messaggio numero 1481/2018.

L'istituto spiega che nelle ipotesi in cui, nelle more della definizione della domanda di verifica delle condizioni di accesso all’APE sociale, sia presentata o sia in corso di istruttoria una domanda di rendita vitalizia/riscatto/ricongiunzione, per la quali non siano ancora decorsi i termini per il versamento del relativo onere, la contribuzione da rendita/riscatto/ricongiunzione può essere provvisoriamente considerata esclusivamente ai fini del riconoscimento delle condizioni per l’accesso al beneficio, anche se non è ancora avvenuto il pagamento dell’onere. Il lavoratore, a tale fine, dovrà solo rilasciare una dichiarazione in merito alla volontà di pagare il relativo onere.  Si tratta di una indicazione importante perchè evita che la domanda di ammissione al beneficio dell'Ape sociale e del pensionamento con 41 anni di contributi venga rigettata prima che il lavoratore abbia effettuato il pagamento degli oneri in questione. Spesso, infatti, molti lavoratori non sapendo se la domanda di accesso agli anticipi pensionistici venga accolta ritardano nel pagamento degli oneri di riscatto/ricongiunzione.

Pertanto, ai fini dell’istruttoria delle domande di verifica delle condizioni di accesso all’APE sociale si deve tener conto anche delle domande di rendita vitalizia/riscatto/ricongiunzione (anche presentate successivamente a quella di verifica delle condizioni per l’APE sociale, purché nelle more della definizione della stessa), che siano state accolte e per le quali non siano ancora decorsi i termini per il versamento del relativo onere. 

Attività Gravose: documentazione integrabile sino al 13 Aprile

L'Inps informa, inoltre, che la documentazione da allegare alle domande di riconoscimento delle condizioni per l’accesso al pensionamento anticipato dei lavoratori c.d. “precoci” e dell'Ape Sociale, in relazione allo svolgimento di attività gravose, già presentate entro il 1 marzo 2018 (31 Marzo 2018 per l'ape sociale), può essere integrata con il nuovo modello AP116, entro il 13 aprile 2018, senza modifica del numero di protocollo/data/ora di ricezione rilasciato al momento dell’invio.  L’integrazione dovrà riguardare esclusivamente l’allegazione del nuovo modello AP116, aggiornato in considerazione delle novità introdotte dalla legge di bilancio 2018, e non i dati forniti al momento dell’invio della domanda. La possibilità di integrare il modello è conseguenza del ritardo nell'aggiornamento del modello Ap116 a seguito delle novelle apportate dalla legge di bilancio nel quale i datori di lavoro devono certificare lo svolgimento dell'attività gravosa per un periodo di riferimento di 6 o 7 anni. Molti soggetti, soprattutto i precoci, non sono riusciti a produrre tutta la documentazione richiesta entro il 1° marzo.

Segui su Facebook tutte le novità su pensioni e lavoro. Partecipa alle conversazioni. Siamo oltre trentamila

Torna in alto

Pensioni Oggi

Sezioni

Speciali

Strumenti

Seguici