× Hai delle domande o vuoi discutere con altri membri del forum tematiche legate alla previdenza? In questo forum parliamo di tutto quello che riguarda le pensioni dai lavoratori esodati alla pensione anticipata. Buona navigazione!

Incompatibilità indennità accompagnamento

03/06/2020 18:08#68970 da Laara
Riprendo questa discussione per chiedere una cosa che non mi è chiara prima di prendere una appuntamento al patronato per la domanda.
Ho letto che per il limite di reddito si tiene conto del netto, ma non ho ben capito se si devono togliere dall'imponibile Irpef (al punto 3 del CUD) le ritenute Irpef o se le cifre da togliere sono altre. Una persona che collabora con un patronato mi ha detto che devo considerare la cifra che appare al punto 3 del Cud, che sarebbe 17.500 euro, in tal caso è inutile che mio marito faccia la domanda, ma da quello che ho letto su internet a questa cifra vanno tolti gli oneri deducibili che però io, completamente ignorante in materia, non so di cosa si parli
Grazie se qualcuno mi risponderà

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

28/05/2020 21:32#68926 da Laara
Ti ringrazio, sei stato molto chiaro, dalla tua risposta deduco che mio marito ha diritto al riconoscimento di tale assegno.
Grazie di nuovo

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

28/05/2020 18:14#68923 da Nicola54
Risposta da Nicola54 al topic Incompatibilità indennità accompagnamento
L'invalido con riduzione della capacità lavorativa dal 74% al 99% ha diritto all'assegno mensile di assistenza, di circa euro 286 mese se il suo reddito non supera circa 4.800 euro annui e l'età compresa tra i 18 e i 65 anni poi diventati 67.
L'invalido con riduzione della capacità lavorativa del 100% ha diritto pensione di inabilità di circa euro 286 se il suo reddito non supera circa 16.800 euro annui e l'età compresa tra i 18 e i 65 anni poi diventati 67.
L'indennità di accompagnamento spetta indipendentemente dal reddito ed è compatibile con la pensione di inabilità, ma la Commissione medica non la riconosce se l'invalidità è inferiore al 100%, considerando che coloro che usufruiscono di questa prestazione assistenziale non sono in grado di compiere in autonomia gli atti quotidiani della vita.

Collaboro con patronato INCA CGIL a Roma
Ringraziano per il messaggio: Laara

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

28/05/2020 15:06#68922 da Laara
Buongiorno, vorrei porre un quesito.
Mio marito percepisce una pensione di vecchiaia di 17.500 euro annue lorde. E' invalido civile al 100% e gli è stata anche riconosciuta l'indennità di accompagnamento. Mi è stato detto che avrebbe diritto all'assegno mensile di assistenza per invalidità civile di 286 euro in quanto il limite di reddito di circa 16.800 si intende al netto delle ritenute Irpef. Da quello che ho potuto vedere cercando in rete mi sembra di aver capito che questo assegno spetta agli invalidi fino al 99% ed ho dedotto che è quindi incompatibile con l'indennità di accompagnamento che spetta invece agli invalidi totali. Però ho letto anche il contrario e a questo punto ho un po' di confusione. Prima di andare al Patronato vorrei sapere se cortesemente qualcuno mi può chiarire questa cosa.
Molte grazie a chi mi risponderà

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Moderatori: giorgionecochiseNicola54
© 2020 Digit Italia Srl - Partita IVA/C.f. 12640411000. All Rights Reserved.