Al via la presentazione delle domande di esonero contributivo per gli iscritti ad ordini e collegi. C'è tempo sino al 31 ottobre anche se restano ancora molti nodi da sciogliere.
Neutralizzati i ritardi negli adempimenti istruttori imputabili alla Cassa professionale. Stop al versamento degli interessi annui composti del 4,5% successivi alla domanda di ricongiunzione.

Lo prevede un passaggio del decreto legge sostegni bis. Domande entro il 31 luglio 2021 ai rispettivi enti ordinistici anche per i professionisti ordinistici titolari di una prestazione previdenziale di invalidità.

Alle battute finali il provvedimento ministeriale che destinerà un miliardo e mezzo per gli autonomi iscritti all'Inps ed un miliardo ai professionisti iscritti alle casse private.
La mancata iscrizione alla Cassa Professionale determina di regola l'insorgenza dell'obbligo contributivo sui compensi professionali presso la gestione separata dell'Inps.
La regola vale anche per i professionisti iscritti ad ordini e collegi che  non assolvano l'obbligo IVS presso la Cassa Professionale. Lo ha ribadito la Corte di Cassazione respingendo un ricorso dell'INPS. 
Pagina 1 di 5
© 2020 Digit Italia Srl - Partita IVA/C.f. 12640411000. All Rights Reserved.