× Hai delle domande o vuoi discutere con altri membri del forum tematiche legate alla previdenza? In questo forum parliamo di tutto quello che riguarda le pensioni dai lavoratori esodati alla pensione anticipata. Buona navigazione!

Contributi versati non riconosciuti

03/08/2016 22:34#30183 da cochise
Risposta da cochise al topic Contributi versati non riconosciuti
Aquila 61, per il tavolo da ribaltare chiamami, verrò con grande piacere e porterò anche le mie amate formiche rosse.....che li possano amm....

Grande Guerriero e Capo Apache, membro storico di PensioniOggi.it

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

03/08/2016 20:30 - 03/08/2016 20:31#30180 da aquila61
Risposta da aquila61 al topic Contributi versati non riconosciuti
Salve, vi ringrazio dei suggerimenti ma avere a che fare con l'INPS è assurdo, oltre a essere ottusi sembrano proprio incompetenti; Le prime tre richieste telematiche con tantissimi documenti allegati sono state respinte e non hanno mai spiegato il motivo per iscritto, solo dopo non so quante telefonate, mia moglie è riuscita a trovare un'impiegata oltretutto sgarbata che gli disse della mancanza dei modelli DM10L. Dopo ci siamo rivolti al patronato che (dopo aver visionato tutta la documentazione) con posta certificata chiedeva nuovamente le motivazioni, e riceveva risposta solo alla seconda richiesta in cui si spiegava che la Ditta era del settore commercio e non artigiano, quindi non si potevano accreditare contributi, poi oggi mia moglie ha ricevuto un'altra risposta perchè ci è andato personalmente ieri, un addetto del patronato, di cui faccio copia e incolla

"IN merito alla sua richiesta pervenuta tramite patronato Inas in data 02.08.2016 si informa quanto segue: l’anno 1976 risulta regolarmente accreditato dal 03/1976 al 12/1976; per quanto riguarda l’anno 1977 risultano invece gli ultimi tre mesi (ott-.dic ), mentre non risultano agli atti di questa Sede gli O1M relativi al periodo gennaio-settembre 1977: Le ricevute di pagamento allegate non hanno un riferimento nominativo cui attribuire il versamento ed essendo una Ditta del Settore Commercio (e non artigiana, Ditta _____) per tale periodo può essere unicamente presentata domanda di riscatto a pagamento."

Ora è uscito fuori che mancano gli 01M di cui mia moglie dice che dovremmo avere, ma porca miseria sulle ricevute c'è il numero corrispondente a detta Ditta!!! Ma quanto ci vuole a fare 2+2?????
Insomma tre risposte diverse, se ora non riusciamo a concludere ci rivolgiamo al legale del patronato (i patronati efficienti comunque è un problema trovarli).
Ok di nuovo vi ringrazio, ho raccontato il proseguio della vicenda perchè mi pare giusto dopo aver chiesto consiglio, vi aggiornerò sperando di non dover ribaltare il tavolo a qualche impiegato dell'INPS!
Buona serata a tutti!!

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

03/08/2016 14:01#30157 da giorgione
Risposta da giorgione al topic Contributi versati non riconosciuti
I documenti che di cui sei in possesso sono più che sufficienti ad ottenere l'accredito. In quanto comunque la contribuzione è stata versata e se lo puoi dimostrare non ci sono scuse che tengano. Come di ti ha detto il buon Handy che saluto.

Secondo me ti hanno dato una risposta burocratica a caso per giustificare il non aver voluto (o potuto) lavorare la pratica a norma di legge (e di buon senso). Bisogna andare alla sede inps con la documentazione in questione oppure interfacciarsi con l'Inps per il tramite di un patronato (ma bisogna trovarne uno in zona che voglia seguire per bene la questione cosa forse anch'essa non semplice). Mi sa che con la presentazione telematica tali documenti non sono stati visionati correttamente e hanno rigettato la domanda con la prima scusa possibile.

Tienici aggiornati, un abbraccione

Collaboro con il patronato INAS di Padova

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

02/08/2016 13:51#30102 da Handy
Risposta da Handy al topic Contributi versati non riconosciuti
Aquila 61
Tu dici : "possibile che l'INPS sia gestito da gente così ottusa?"
E come no ? E' possibile, è possibilissimo.
Anzi e' esattamente ciò che accade ogni giorno in ogni parte di questo avventurato Paese. Ogni giorno molti fanno, come te, l'amara esperienza di questa assurda realtà.
Per quello che ne so (è accaduto qualcosa di simile anche a me), i documenti di tua moglie sono sufficienti all'accredito dei contributi.
Esistono riferimenti legislativi che proteggono il lavoratore SEMPRE, ovviamente in presenza dei documenti che hai elencato, addirittura anche nel caso di fallimento della ditta per cui lavorava il lavoratore , senza versamento dei contributi previdenziali di legge, magari 20 anni prima. Qualcuno più preparato di me te li dirà, con tanto di numero di legge e articolo. Ma ti basti ora sapere che esistono. Fatti assistere da un patronato efficiente o vacci di persona all'inps , anche se la sede è lontana. Auguri !

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

02/08/2016 12:13#30092 da aquila61
Contributi versati non riconosciuti è stato creato da aquila61
Buongiorno a tutti, visto che sono nuovo del forum ringrazio per l'opportunità di confronto con altre esperienze. Detto questo, cerco di descrivere in breve un problema da cui mia moglie non riesce a uscirne fuori. Abitiamo in un piccolo paese della Sardegna (Perdasdefogu) e la Sede INPS territ. è a NUORO (circa 130 km.). Mia moglie Rosella, ha un periodo di contribuzione scoperto, si parla di 9 mesi che vanno da Gennaio 1977 a Settembre 1977 e ha iniziato a lavorare a Marzo 1976 come apprendista commessa. Trascorso il periodo di apprendistato, appunto da Ottobre 1977, è passata alla categoria di Commessa. Sono state effettuate 3 richieste telematiche per il riconoscimento contributivo di tale periodo, inoltrando la documentazione in possesso di mia moglie e dell'ex datore di lavoro, riguardanti naturalmente il periodo in questione (ricevute versamenti contributi, libro matricola, buste paga, libretto di lavoro e altro), e senza alcun motivo sono state respinte. Telefonicamente chi si è occupato della pratica è irreperibile, andarci di persona e magari fare 260 km. a vuoto è assurdo, quindi tramite patronato è stata inoltrata richiesta di motivazione del rigetto di tali domande con posta certificata, la risposta infine è stata che senza il Mod. DM10L non se ne parla di accreditare tali contributi. Mia moglie e l'ex datore di lavoro non sono in possesso di questo modello, ma dico io, in quell'attività risultava solo un lavoratore in quel periodo ed era lei, come evidenziato nella marea di documenti forniti, possibile che l'INPS sia gestito da gente così ottusa?
Scusate se vi ho annoiato, ma vedo mia moglie (con diversi problemi fisici), che non riesce ad andare in pensione proprio per questi motivi, e cerco per quanto possibile un consiglio da chiunque sappia qualcosa in più sull'argomento, grazie!

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Moderatori: giorgionecochiseNicola54
© 2020 Digit Italia Srl - Partita IVA/C.f. 12640411000. All Rights Reserved.