× Hai delle domande o vuoi discutere con altri membri del forum tematiche legate alla previdenza? In questo forum parliamo di tutto quello che riguarda le pensioni dai lavoratori esodati alla pensione anticipata. Buona navigazione!

Data maturazione diritto e decorrenza pensione precoci

20/07/2017 19:54#39437 da Rosi@41
Sig.Nicola,
Grazie. Grazie per la celerità e la comprensibilità della risposta!
Ora è tutto più chiaro!
Quindi, a parte l’esito del monitoraggio dell’Inps, dovrei poter accedere alla pensione dal mese successivo a quello in cui potrò presentare la domanda.
Domanda che è subordinata al versamento dei contributi mancanti per i quali ho chiesto l’autorizzazione che tarda ad arrivare e …. che non so come altro modo sollecitare.
Quando mi hanno scritto della non disponibilità del programma di gestione avevano anche aggiunto “La data di scadenza dei bollettini sarà prorogata quantomeno al 30/09/2017”. Ma il mio problema non è solo pagare retroattivo, ma farlo il prima possibile: se verso in agosto la mia pensione potrebbe decorrere dal 1° settembre, se verso in settembre decorrerà da ottobre e via dicendo.
E’ giusta questa mia considerazione?
Cordiali saluti

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

20/07/2017 09:00#39417 da Nicola54
Signora Rosi,

lei ha 2.122 settimane di contributi al 4 gennaio 2017, data in cui termina la mobilità.
È lavoratrice precoce.
Deve versare 10 settimane di contributi per il perfezionamento dei 41 anni, requisito per i precoci.
La legislazione vigente le consente, viste le disposizioni dell'articolo 6, comma 1, del decreto legislativo 30 aprile 1997, n. 184, di riscattare periodi anteriori ai sei mesi precedenti la domanda di autorizzazione stessa.
Nel suo caso riguarderebbe il trimestre successivo al 4 gennaio 2017, post mobilità.
Quindi lei ad aprile 2017 perfezionerebbe il requisito. Ma la decorrenza pensionistica, che non può comunque essere anteriore al 1 maggio 2017, non può essere retroattiva.
Lei infatti può presentare domanda solo quando ha maturato il requisito delle 2.132 settimane.
Solleciti presso l’INPS l’autorizzazione ai contributi volontari.

Per quanto riguarda la risposta che le ha dato il patronato non sono d’accordo perché l’INPS non ‘’decide’’ la data del suo pensionamento, ma sono le norme che la stabiliscono.
Il compito dell'INPS è quello di seguire le normative vigenti e metterle in atto.
Certamente l’INPS effettuerà il monitoraggio per effetto del comma 203 dell’art. 1 della legge n. 232/2016 con criteri di priorità in ragione della maturazione dei requisito agevolato dei 41 anni di contributi.
Poiché lei li perfeziona ad aprile 2017 credo sia in buona posizione per l'accettazione della sua domanda.

Collaboro con patronato INCA CGIL a Roma

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

19/07/2017 19:42#39403 da Rosi@41
Ho terminato il periodo di mobilità il 04/01/2017 e da tale data sono disoccupata.
Ho al mio attivo 2122 settimane di contribuzione di cui circa 88 prima dei 19 anni: sono quindi una lavoratrice precoce, disoccupata da più di tre mesi. Mi mancano però 10 settimane di contribuzione utile per raggiungere la fatidica quota 41.
Al 19/4/2017 ho inoltrato domanda di autorizzazione ai versamenti volontari e il 27/6/2017 domanda di verifica del requisito per l’accesso alla pensione anticipata - lavoratori precoci .
La mia domanda è: qual è la data di maturazione diritto e decorrenza della mia pensione? Credevo che fosse il mese successivo al perfezionamento del pagamento dei contributi volontari relativi alle 10 settimane mancanti e pertanto mi sono recata all’Inps per aggiornamenti sullo stato della mia pratica nella convinzione appunto che “ prima ricevo i bollettini, prima li pago e prima posso fare domanda di pensione”.
A parte che l’unica cosa che mi hanno detto è che la pratica non è ancora stata lavorata ( a metà giugno mi avevano risposto che “sarebbe stata definita quando sarebbe stato nuovamente reso disponibile il programma di gestione”…….!!!!???), mi hanno anche messo il dubbio su quale è la data in cui io maturerò il diritto di andare in pensione . Mi sono così rivolta al Patronato che mi ha risposto che sarà l’Inps, effettuato il monitoraggio, a decidere quando potrò andare in pensione …….. Che senso ha allora dire che i lavoratori precoci e disoccupati involontari con 41 anni di contribuzione possono andare in pensione se poi si deve aspettare ancora dei mesi???
Qualcuno è in grado di darmi informazioni più precise?

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Moderatori: giorgionecochiseNicola54
© 2020 Digit Italia Srl - Partita IVA/C.f. 12640411000. All Rights Reserved.