× Hai delle domande o vuoi discutere con altri membri del forum tematiche legate alla previdenza? In questo forum parliamo di tutto quello che riguarda le pensioni dai lavoratori esodati alla pensione anticipata. Buona navigazione!

Pensione di inabilità

20/08/2017 10:19#40366 da Nicola54
Risposta da Nicola54 al topic Pensione di inabilità
Lara,
le sue domande:
1) Mio marito ha diritto all'indennità di accompagnamento?
2)Ha diritto al ricalcolo visto che lui ha una contribuzione pari a 32 anni e che la pensione di inabilità viene concessa per 40 anni di contributi?
___________________________________________________________

1)La risposta si ritiene positiva perché ai sensi e per gli effetti della legge n. 18/1980 hanno diritto all'indennità di accompagnamento, coloro che non sono in grado di deambulare in modo autonomo o non possono compiere gli atti della vita quotidiana.Presenti domanda presso un patronato di sua fiducia.
Se l'importo della sua pensione non è superiore ad euro 16.352, ha diritto anche all'invalidità civile pari ad euro 279 per 13 mesi all'anno.

2)La risposta si ritiene negativa.Provo di seguito a spiegarle i motivi.
Ai sensi e per gli effetti del comma 15 dell'art. 1 della legge n. 335/1995 è possibile ottenere una maggiorazione contributiva fino ad un ''tetto'' di 40 anni, sempre rapportata al sessantesimo anno d'età.

Questa maggiorazione si calcola, ad esempio, nel seguente modo:

il lavoratore che all'età di 54 anni abbia 32 di contributi ed abbia diritto alla pensione di inabilità, avrà un riconoscimento di una maggiorazione contributiva di 6 anni (60-54=6);

il lavoratore che all'età di 57 anni abbia 39 di contributi ed abbia diritto alla pensione di inabilità, avrà un riconoscimento di una maggiorazione contributiva di 1 anno anche se 60-57=3, per il ''tetto'' massimo di 40 anni.
__________________________________________________________

Suo marito ha almeno 60 anni(ne ha 64) e 32 di contributi.
60-60=0
Non ha diritto alla maggiorazione.

Verifichi queste mie risposte nelle sedi competenti.

Collaboro con patronato INCA CGIL a Roma

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

19/08/2017 12:53#40357 da Laara
Risposta da Laara al topic Pensione di inabilità
Grazie per la risposta, la dicitura esatta del verbale di invalidità è la seguente: "invalido con totale e permanente inabilità lavorativa 100% e impossibilità a deambulare senza l’aiuto permanente di un accompagnatore (L. 18/1980 e L. 508/1988)" quindi credo che gli spetti l'indennità di accompagnamento. Per quanto riguarda la pensione di inabilità mio marito è già titolare di pensione di vecchiaia. Quando gli è stata riconosciuta l'invalidità all'80% lui non lavorava perchè l'azienda da cui dipendeva aveva chiuso, quindi abbiamo fatto domanda e ha ottenuto l'assegno ordinario di invalidità che al compimento del 60° anno è stato trasformato in pensione di vecchiaia. Ora, non avendo ancora 65 anni credo che con questo verbale abbia diritto anche alla pensione di inabilità, quindi volevo sapere se la sua pensione sarà ricalcolata visto che lui ha una contribuzione pari a 32 anni e che la pensione di inabilità viene concessa per 40 anni di contributi.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

18/08/2017 15:05#40337 da Nicola54
Risposta da Nicola54 al topic Pensione di inabilità
Lara,
con l’invalidità pari ad almeno 67% si ha diritto ad assegno ordinario di invalidità.

Con l’invalidità pari ad almeno 80% si ha diritto a pensione di vecchiaia anticipata.
Questa, fino al 31 dicembre 2012 si conseguiva con 60 anni d’età, con anzianità contributiva di almeno 20 anni e finestra di 12 mesi.

Suo marito per ogni 12 mesi di lavoro che inizia, dal momento in cui la commissione INPS-ASL le ha riconosciuto l’invalidità pari all’80%, avrebbe avuto diritto ad una contribuzione figurativa di 2 mesi che certamente influisce sull’assegno pensionistico per la quota retributiva.

Dovrebbe precisare se suo marito, quando percepiva l’assegno ordinario d’invalidità ha presentato domanda di maggiorazione contributiva che non è assegnata automaticamente o d’ufficio, ma solo a richiesta dell'interessato.

Ora a suo marito è stata accolta la richiesta di aggravamento e gli è stato concesso il 100% di invalidità con totale e permanente inabilità lavorativa (L. 18/80 e 508/88).

Per sapere se ha diritto all’indennità di accompagnamento deve verificare, nel verbale d’invalidità se è spuntato il quadratino contrassegnato con il numero 06 che recita:
''INVALIDO con TOTALE e permanente inabilità lavorativa 100% e con necessità di assistenza continua, non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita (L. 18/80 e 508/88)''.

Se questa è la dicitura con la quale suo marito è stato dichiarato invalido presenti domanda di accompagnamento che è pari a € 515 al mese ed è indipendente da qualunque reddito.

Se la dicitura con la quale suo marito è stato dichiarato invalido è contrassegnata dal numero 05 può presentare domanda di pensione di inabilità civile che non è incompatibile con la pensione di vechiaia che attualmente sta percependo, ma a condizione che quest'ultima non generi un reddito personale superiore ad € 16.352,10. L'importo è di € 279 per 13 mensilità annue.

Collaboro con patronato INCA CGIL a Roma

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

18/08/2017 09:55#40324 da Laara
Pensione di inabilità è stato creato da Laara
Buongiorno
Premetto che probabilmente ho le idee confuse e quindi spero di riuscire a spiegarmi bene.
Mio marito ha avuto un'invaliditùà all'80% alcuni anni fa e conseguentemente abbiamo fatto domanda di pensione di inabilità e in subordine di assegno ordinario di invalidità. Gli è stato concesso l'assegno ordinario di invalidità che ha preso per quasi due anni quando è stato trasformato in pensione di vecchiaia al compimento del 60° anno di età. Ora a seguito della nostra richiesta di aggravamento gli è stato concesso il 100% di invalidità con totale e permanente inabilità lavorativa (L. 18/80 e 508/88), con cui, se non ho capito male ha diritto all'indennità di accompagnamento e alla pensione di inabilità. A questo punto la mia domanda è questa, essendo già titolare di pensione di vecchiaia può ottenere che la stessa diventi pensione di inabilità. Questa domanda perchè la sua pensione di vecchiaia è stata calcolata sui 32 anni di contributi versati mentre la pensione di inabilità si calcola sul massimo contributivo.
Mi scuso se non sono stata chiara, ma come dicevo forse ho un po' le idee confuse
Grazie comunque se qualcuno mi vorrà rispondere

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Moderatori: giorgionecochiseNicola54
© 2020 Digit Italia Srl - Partita IVA/C.f. 12640411000. All Rights Reserved.