× Hai delle domande o vuoi discutere con altri membri del forum tematiche legate alla previdenza? In questo forum parliamo di tutto quello che riguarda le pensioni dai lavoratori esodati alla pensione anticipata. Buona navigazione!

Costi interessi APE volontario

11/04/2018 18:47#51711 da SanderW
Risposta da SanderW al topic Costi interessi APE volontario
Io penso che l’inps l’abbia comunicata male perché l’ha dovuta digerire dai politici, ma non la voleva. I politici a loro volta che l’hanno ideata hanno perso le elezioni, mentre gli altri hanno cavalcato il malcontento.
Personalmente penso sia stata una grandissima idea, e chi non lo capisce non sa fare di conto o è accecato dal pregiudizio politico. La Fornero ci voleva, perché i soldi non li abbiamo più, ma qui almeno è stata introdotta una misura di flessibilità. Ciao

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

11/04/2018 15:25#51687 da Milagro
Risposta da Milagro al topic Costi interessi APE volontario
SanderW, grazie. Condivido in pieno tuoi punti e aggiungo un'ulteriore considerazione.

Proprio ieri, parlando con un amico bancario, ho provato a confrontare -simulazioni alla mano- questo tipo di finanziamento con quello che potrebbe (teoricamente) fare una banca a un cliente (e, attenzione, solo a un certo tipo di cliente ed entro certi limiti di finanziamento).

Premesso che una banca presta denaro solo a fronte di garanzie reali (che il contraente o i suoi eredi rischiano di perdere, almeno parzialmente, in caso premorienza), è molto probabile che un'assicurazione si rifiuti di coprirti alle età anagrafiche di cui su parla. Ciò pur cautelandosi con tutte le visite mediche del caso.

Vero che nel caso di un finanziamento i soldi arrivano tutti in una volta e non a rate mensili. Ma è altrettanto vero che un istituto finanziatore non aspetta certo 47 mesi (limite massimo consentito con APE) prima di esigere la prima rata di rimborso.

Il fatto è che a rendere ampiamente competitiva l'APE è anche quel 50% di credito d'imposta su finanziamento e assicurazione.

La mia sensazione è che INPS abbia spiegato molto male questo prodotto, lasciando spazio ai media si per concentrarsi più sulle negatività che sui reali vantaggi.

Quanto alle reazioni che sento in giro, è evidente che sarebbe stato meglio andare a piena pensione con 3 anni e 6 mesi di anticipo invece che farsi l'APE. Bastava Catalano* per questo.

*Il riferimento, di vecchia memoria, è giustificato dalla presunta età dei frequentatori del forum.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

11/04/2018 08:48#51672 da SanderW
Risposta da SanderW al topic Costi interessi APE volontario
Milagro, Anche io ho calcoli simili, con qualche piccola differenza (la parità l’ho calcolata ad 81 anni). Aggiungo ai tuoi ragionamenti che condivido due punti ulteriori a favore:
1 se inseriamo un tasso di interesse anche basso ma che tenga in considerazione il valore del denaro nel tempo ciò che ricevi adesso vale più di ciò che darai fra per esempio 15 anni;
2 e se in futuro ci fosse inflazione? A chi ha chiesto l’ape la rata non cambia perché è a tasso fisso, ma quel differenziale aumenterebbe enormemente. Ciao

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

10/04/2018 09:15 - 10/04/2018 18:23#51634 da Milagro
Costi interessi APE volontario è stato creato da Milagro
Buongiorno,

prendo spunto da un messaggio appena visto per confrontarmi sui reali costi del prestito (perché tale è) dell'APE Volontario e di come questo sia vantaggioso o meno.

Da parte mia, al di là di quelli che possono essere i crudi riferimenti percentuali, ho fatto un esercizio: partendo da una simulazione di finanziamento a 47 mesi (quindi il massimo disponibile sul 75% della pensione), ho messo su un foglio excel le entrate Ape/pensionistiche che otterrei a partire da giugno 2018 (a 63 anni e sei mesi) fino a un ottimistico 31 dicembre 2050 (all'età di 96 anni). Su una colonna a fianco ho invece disposto le entrate pensionistiche che riceverei se aspettassi i miei 67 anni e 3 mesi, quindi a maggio 2022.

Il dato interessante è che fino ai miei 80 anni (quindi a 16 anni e mezzo da oggi) le entrate totali sarebbero identiche nei due casi. Inizierebbero a divaricarsi progressivamente dall' 81°anno in poi e raggiungendo la massima distanza (ovviamente a favore della pensione che parte nel 2022) al compimento dell' 87° anno. Da questa data in poi, terminato il finanziamento, le entrate diventerebbero infatti le stesse e quindi -che io viva 88 anni o 130- si manterrebbe la stessa differenza raggiunta all'87° anno, la quale corrisponde esattamente al costo del finanziamento.

Morale-1, a rendere vantaggiosa o svantaggiosa l'Ape è la variabile della longevità. Vale la pena comunque notare che fino agli 84 anni, la differenza di entrate tra le due situazioni è nel mio caso risibile.

Morale-2 Vale anche notare che decidendo di attendere i 67 anni e 3 mesi (e non volendo vivere d'aria) si dovrebberoi comunque utilizzare risorse personali fino a quella data e ciò risulterebbe, qualora fossero investite, in un mancato guadagno.


L'altro dato interessante è il costo del finanziamento, sia in termini assoluti che relativamente all' importo delle 240 rate di restituzione. Nel mio caso, il rimborso infatti risulta in una volta e mezza il capitale ottenuto (prendo 100, pago 150). Il costo di questo 50, ripartito sui 20 anni risulta tutto sommato contenuto, tanto più se si considera la copertura assicurativa, che sembra cautelare in particolare la famiglia.

Alla prova dei fatti, mi sembra che lAPE possa non essere così svantaggiosa. Soprattutto si si considera l'eventualità meno auspicabile. Dovessi infatti morire prematuramente (se così si può dire per l'80° anno di età) avrei almeno la consolazione di aver fatto pari e patta con le banche :-)

Ciò detto, non ho ancora deciso se aderire o meno.

Cheers!

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Moderatori: giorgionecochiseNicola54
© 2020 Digit Italia Srl - Partita IVA/C.f. 12640411000. All Rights Reserved.