× Hai delle domande o vuoi discutere con altri membri del forum tematiche legate alla previdenza? In questo forum parliamo di tutto quello che riguarda le pensioni dai lavoratori esodati alla pensione anticipata. Buona navigazione!

Coefficienti per calcolo onere riscatto laurea (con "riserva matematica")

21/02/2019 17:19#59855 da Giosafatte
Solo un aggiornamento.
Mi ha risposto l'INPS (con il servizio online INPSRisponde) confermandomi che nel mio caso (62 anni + 38 di contributivi comprensivi del riscatto) il coefficiente in oggetto va cercato nella Sezione 3-VM e non nella Sezione 1.

Spero l'informazione possa servire anche ad altri.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

19/02/2019 17:25#59809 da Giosafatte
Grazie Nicola per la risposta.
La prego di postare eventuali aggiornamenti anche perché penso che la mia situazione stia diventando diffusa (persone di 62 o più anni che riscattando la laurea raggiungono i requisiti per Quota 100).
Mi è però venuta in mente un'altra ipotesi relativamente al corretto coefficiente da applicare.
E cioè che esso vada cercato non nella Sezione 1-M, ma nella Sezione 3-VM,VF (intitolata "Per individui che acquisiscono una pensione di vecchiaia o di anzianità immediata.. etc.").
Se così fosse il coefficiente nel mio caso dovrebbe essere 17,2890 fino a 62 anni e 6 mesi e diventerebbe 16,6898 a 62 anni 6 mesi e 1 giorno, se ho capito bene il meccanismo.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

14/02/2019 22:34#59672 da Nicola54
Giosafatte,
la riserva matematica è generata dalla differenza di due importi, cioè quello computato con i soli contributi accreditati e quello con i contributi accreditati sommati a quelli riscattati. Da questo ''peso'' della riserva matematica è necessario applicare il relativo coefficiente che si ricava incrociando età e anni di contributi nella tabella sezione 1M nella Circolare INPS n. 26/2008.
Su questo non credo ci siano dubbi anche perché da quanto scrive lei è persona molto preparata.
Ora lei chiede:
''Nella tabella della Sezione 1-M, che dovrebbe essere quella che mi riguarda, non esiste la "mia combinazione": ho 62 anni e 38 anni di contributi (comprensivi del periodo oggetto di riscatto).
In particolare non esiste proprio la colonna relativa a 38 anni di anzianità contributiva. Se invece vado nella riga corrispondente alla mia età anagrafica (62) il massimo numero di anni di contribuzione considerato è 34''.
__________________________________________________________
La tabella è stata pubblicata in G.U. il 6 novembre 2007, quando ai fini del diritto a pensione erano necessari 57 anni d'età e 35 di contributi.Se incrocia 57 anni e 35 di contributi non trova niente nella riga corrispondente. A maggior ragione non può trovarla incrociando 62 e 38.
Mi riservo di ulteriori verifiche riguardo agli aggiornamenti.
Lei intanto calcoli bene la retribuzione media settimanale che dovrà essere moltiplicata per 2/13 e per gli anni di contributi.

Collaboro con patronato INCA CGIL a Roma

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

14/02/2019 19:06#59670 da Giosafatte
Ciao a tutti. Sto valutando il riscatto della laurea per raggiungere i requisiti di quota 100. Il mio eventuale riscatto si colloca prima del 1996, interamente nel periodo retributivo. L'onere del riscatto è quindi da determinare con la "riserva matematica". Una volta calcolato l'incremento annuo della pensione ottenuto con il riscatto dovrei moltiplicarlo per il coefficiente desunto dalle tabelle alla Circolare 26 del 28.02.2008 (che mi risulta non sia state modificate da allora).
Qui sorge il problema. Nella tabella della Sezione 1-M, che dovrebbe essere quella che mi riguarda, non esiste la "mia combinazione": ho 62 anni e 38 anni di contributi (comprensivi del periodo oggetto di riscatto).
In particolare non esiste proprio la colonna relativa a 38 anni di anzianità contributiva. Se invece vado nella riga corrispondente alla mia età anagrafica (62) il massimo numero di anni di contribuzione considerato è 34.
Forse dipende dal fatto che l'ultimo aggiornamento delle tabelle è pre-Fornero.
Qualcuno ha idea di quale coefficiene applicherebbe l'INPS.
Il Patronato purtroppo non mi è stato di aiuto su questo tema. Ho cercato di capire se tramite il Contact Center potevo parlare con qualcuno che mi chiarisse e preferisco non commentare il livello di servizio del Contact Center. Ho allora posto un quesito su "INPS Risponde", ma penso di avere più possibilità di aiuto da questo forum.
Qualcuno mi può aiutare a capire ?

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Moderatori: giorgionecochiseNicola54
© 2020 Digit Italia Srl - Partita IVA/C.f. 12640411000. All Rights Reserved.