× Hai delle domande o vuoi discutere con altri membri del forum tematiche legate alla previdenza? In questo forum parliamo di tutto quello che riguarda le pensioni dai lavoratori esodati alla pensione anticipata. Buona navigazione!

Pens.ord.inab.(IOCTPS):Revoca e successivo riallaccio -Tempistica.-

02/05/2019 17:54#62183 da Merfer
Buonasera innanzitutto, sono nuovo iscritto e voglio proporre all'attenzione quanto segue chiedendo delucidazioni e informazioni.
Con decorrenza 01/08/2018 la sede INPS di BN- Ufficio legale mi comunicava che a partire da tale data non mi veniva più erogata la pensione di inabilità ordinaria (essendo io riconosciuto totalmente inabile, in modo assoluto e permanente ad ogni proficuo lavoro in qualità di ex Funzionario Amministrativo Statale) dopo circa 7 anni e mezzo dall'erogazione della medesima.
A seguito di un mio ricorso in autotutela prodotto all'Amministrazione di appartenenza (Min.Interno), dopo circa 5 mesi di trattative mi è stato rettificato con Decr.Min. datato 10/12/2018 il ripristino della mia pensione ordinaria di inabilità; il cui decreto fu inviato tempestivamente in pari data alla Direzione-INPS di Benevento, chiedendone l'immediato ripristino a mio favore della medesima. Premetto che per quanto suesposto, preme precisare che l'accredito del primo rateo di pensione decorre dal 02/05/2019, cosa che è avvenuto su un conto corrente chiuso, malgrado nel mese di giugno 2018 avevo disposto, tramite un patronato, la variazione di accredito su un nuovo IBAN. All'uopo rappresento che non solo non mi è stata ripristinata la pensione in questione comprensiva della L. nr. 335 riconosciutami con sentenza del Trib. di Benevento-Sez Lavoro (sentenza tenuta in congelamento da circa 7 anni e mai erogata, a seguito di un procedimento penale pendente, chiusosi con l'archiviazione nel 2015) ma non mi sono stati erogati ne gli arretrati dei ratei non corrisposti da agosto 2018 a tutt'oggi ne gli emolumenti relativi al riconoscimento della L.335.
Al riguardo gradirei sapere quanto tempo occorre per il ripristino di una pensione ordinaria di inabilità con i dovuti ricalcoli a seguito del riconoscimento anche della L.335?
Ho scritto alla Direzione INPS, che sta trattando la mia pratica, la quale mi ha risposto che è ancora tutt'ora in lavorazione presso "l'unità organizzativa" e che non appena saranno definiti i calcoli, sarà loro cura comunicarmi l'accredito di quanto dovutomi. Sta di fatti che tutto ciò mi sta causando notevoli danni socio-economici e soprattutto riguardo alla salute, in quanto essendomi venuta a mancare la materia prima sono finito sul lastrico!
Malgrado le mie reiterate lagnanze e preoccupazioni, avanzate non solo tramite il TDM (Tribinale dei Diritti dei Malati di Avellino) ma anche personalmente, l'Istituzione de-quo (l'INPS di BN) sta facendo "l'orecchio da mercante" e a scarica barile, trascinandomi e promettendomi, la risoluzione del problema di mese in mese! Ditemi chiaramente a quale Santo dovrei rivolgermi o quanto meno che tipo di azione intraprendere nei confronti dei vertici- INPS di Bn...
Circa gli arretrati, non vengono erogati, che voi sappiate unitamente al primo rateo di pensione? E poi, come mai pur avendo consegnato circa un'anno fa il modello AP04, oltretutto dove già confluisce da luglio 2018 una pensione d'Invalidità civile del 100% a tutt'oggi, come hanno potuto sbagliare, accreditando il primo rateo su di un conto corrente già chiuso da tempo e intestando un cedolino di pensione presso un indirizzo ove io non sono più residente da ben tredici anni ...?
Vi chiedo umilmente un parere, un consiglio in merito al da farsi, preferibilmente con dettagliate passaggi da eseguire.
Cordiali saluti e tante grazie anticipate!

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Moderatori: giorgionecochiseNicola54
© 2020 Digit Italia Srl - Partita IVA/C.f. 12640411000. All Rights Reserved.