Menu
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
Hai delle domande o vuoi discutere con altri membri del forum tematiche legate alla previdenza? In questo forum parliamo di tutto quello che riguarda le pensioni dai lavoratori esodati alla pensione anticipata. Buona navigazione!
  • Pagina:
  • 1
  • 2

ARGOMENTO: pensione di reversibilità e opzione donna

pensione di reversibilità e opzione donna 28/11/2019 16:53 #65402

  • cochise
  • Avatar di cochise
  • OFFLINE
  • Moderatore
  • Messaggi: 4159
  • Ringraziamenti ricevuti 903
  • Karma: 86
Il ragionamento è corretto.
E' possibile fare un'analisi di massima se mi invia l'estratto conto a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Grande Guerriero e Capo Apache, membro storico di PensioniOggi.it
Per scrivere o rispondere e' necessario registrarsi al sito.
I seguenti utenti ringraziano:: giusti

pensione di reversibilità e opzione donna 28/11/2019 14:15 #65399

  • Nicola54
  • Avatar di Nicola54
  • OFFLINE
  • Moderatore
  • Messaggi: 2301
  • Ringraziamenti ricevuti 425
  • Karma: 36
Fino a circa 19.000 euro lordi annui l'importo è pieno ed è pari al 60% della pensione percepita dal coniuge.
Fino a circa 26.000 euro lordi annui l'importo è ridotto del 25% ed è pari al 45% della pensione percepita dal coniuge.
Fino a circa 32.000 euro lordi annui l'importo è ridotto del 40% ed è pari al 36% della pensione percepita dal coniuge.
Pertanto si ritiene corretto il suo ragionamento, anche se attenderei la conferma di questa risposta dall'esperto Cochise.
Collaboro con patronato INCA CGIL a Roma
Per scrivere o rispondere e' necessario registrarsi al sito.
I seguenti utenti ringraziano:: giusti

pensione di reversibilità e opzione donna 28/11/2019 10:42 #65397

  • giusti
  • Avatar di giusti
  • OFFLINE
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 22
  • Ringraziamenti ricevuti 2
  • Karma: 0
buongiorno,
mia cognata, 60 anni, 39 di servizio, dipendente statale settore scuole, rimasta vedova da pochi giorni, è di fronte a una scelta che deve sciogliere entro il mese di dicembre: presentare o no la domanda di pensionamento con l'opzione donna.
In sostanza il coniuge deceduto era titolare di una pensione di circa 33500€; il 60% della pensione pari a € 20.100,00 annui sarebbe la quota di reversibilità che però sarebbe ridotta in quanto il reddito attuale ammonta a circa 22000€.
Se andasse in pensione con opzione donna subirebbe una riduzione del reddito pensionistico, al di sotto dei 15/16mila euro anziché circa 20 mila euro a regime e potrebbe andare in pensione con la prima finestra utile a settembre 2020, ovvero circa 4 anni prima del previsto con le norme attuali che, secondo il patronato, le dovrebbero poi attribuire un assegno di circa 1100€.
La riduzione dell'assegno da 1100 a 850€ dovrebbe essere compensata dalla mancata riduzione della quota di reversibilità.
e' corretto questo ragionamento?
Inoltre è possibile ottenere da qualche parte dei conteggi previsionali, visto che i patronati consultati non sono andati oltre a concetti molto aleatori e non suffragati da numeri?
Grazie.
Per scrivere o rispondere e' necessario registrarsi al sito.
  • Pagina:
  • 1
  • 2
Moderatori: giorgione, cochise, Nicola54

Pensioni Oggi

Sezioni

Speciali

Strumenti

Seguici