× Hai delle domande o vuoi discutere con altri membri del forum tematiche legate alla previdenza? In questo forum parliamo di tutto quello che riguarda le pensioni dai lavoratori esodati alla pensione anticipata. Buona navigazione!

Aspettativa di vita sui primi 10000 salvaguardati

08/11/2014 13:49 - 08/11/2014 17:24#9156 da michele57
Buongiorno,

Sono un collocato in mobilita' lunga per effetto della legge 296/2006 con data di licenziamento 30/09/2007.
Secondo quanto letto in rete, dovrei far quindi parte dei primi 10000 salvaguardati, cioe' tutti quelli licenziati fino ad ottobre 2008, ai quali non dovrebbero essere applicate le modifiche pensionistiche successive, mantenendo cosi' la vecchia normativa che prevedeva 35 anni di contribuzione e 57 di eta' come requisito minimo.
Invece mi capita quanto segue:

1. Il 01/02/2013 mi arriva la prima lettera dall'INPS che oltre avvisarmi della salvaguardia, mi diceva "Inoltre, Lei rientra anche tra i lavoratori ai quali non si applicano le regole introdotte dalla legge n. 122/2010 che ha previsto tempi piu' lunghi per l'accesso alla pensione".

2. Il 31/01/2014 altra lettera INPS che dice "con riferimento alla comunicazione che Le abbiamo inviato il 01/02/2013, La informiamo che potra' accedere alla pensione a decorrere dal 01/01/2015.

Il problema e' che io sarei dovuto andare in pensione a partire dal 01/10/2014 avendo raggiunto i 35 di contribuzione a novembre 2013 e i 57 ad aprile 2014, secondo trimestre, salto il terzo e vado dal quarto secondo le vecchie regole.

Sono andato 3 volte su appuntamento all'INPS di competenza dove nessuno ha saputo darmi risposta su questa questione e dove mi hanno fatto vedere che in un primo tempo la data era 01/10/2014 e successivamente qualcuno o qualcosa (forse un software?) aveva eliminato il codice precedente per inserirne un altro che fa riferimento alla Tremonti per l'aspettativa di vita.

Al danno la beffa, perche' siccome a settembre 2014 terminavano i 7 anni di mobilita' lunga (risiedo al sud), mi hanno detto che non risultavano decreti provenienti da Roma che contemplavano il mio nominativo per il prolungamento della mobilita', pertanto resto scoperto quest'ultimo trimestre 2014.

Secondo quanto ho capito dovrei aver ragione, ma mi scontro contro il muro di gomma dell'INPS sia per il diritto alla pensione, sia volendo lasciar perdere al periodo di scopertura mobilita', quando la mobilita' lunga dovrebbe essere prevista fino al giorno precedente l'andata in pensione.

Se ho ragione quali procedure dovrei mettere in atto per far rivalere i miei diritti?
Se non ce l'ho vorrei capire secondo quale cavillo/paragrafo di legge nascosto hanno applicato una data diversa.

Vi ringrazio tutti anticipatamente
michele

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Moderatori: giorgionecochiseNicola54
© 2020 Digit Italia Srl - Partita IVA/C.f. 12640411000. All Rights Reserved.