× Hai delle domande o vuoi discutere con altri membri del forum tematiche legate alla previdenza? In questo forum parliamo di tutto quello che riguarda le pensioni dai lavoratori esodati alla pensione anticipata. Buona navigazione!

conversione pensione retributiva in contributiva

09/06/2015 19:28#17658 da cochise
Carlo, il periodo di reversibilità non viene considerato perchè non fa parte delle scommesse accettate dai bookmakers inglesi e quindi non rispondenti ai dettami della costituzione:
l'itaglia è una specie di repubblica fondata sul gioco d'azzardo per il quale però lo status di "unione" è una variabile troppo variabile e quindi imprevedibile.......per il momento........ chissà se il nuovo premio nobel inpsino ci stà pensando???

Grande Guerriero e Capo Apache, membro storico di PensioniOggi.it

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

09/06/2015 08:40#17646 da mckewoy

Carlo, il divisore è la stessa cosa della percentuale di rendimento.
Consideriamo l'esempio postato, percentuale di rendimento 5,435% significa che il divisore è 100/5,435=18,399.
cioè o moltiplichi il montante per 5,435% o lo dividi per 18,399 il risultato è il medesimo.
Infatti :
100.000 x 5,435%= 5.435
100.000/18,399= 5.435 c.v.d.

Ho fatto da comune mortale un piccolo esempio ma il Grande Totò avrebbe detto "è la somma che fa il totale"


salve Pablito e grazie, la parte di conto con qualche % in mezzo mi era chiara ma mi sfuggiva il perchè della scelta di quei numeri.
Poi ho scoperto perchè sono variabili nel tempo e cioè in linea con l'andamento delle aspettative di vita ( arisgratt-arisgratt ) della pensione principale e non considerano il periodo di reversibilità.

chi si bagna con acqua di mare non si asciuga più

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

08/06/2015 18:07#17632 da cochise
Carlo, il divisore è la stessa cosa della percentuale di rendimento.
Consideriamo l'esempio postato, percentuale di rendimento 5,435% significa che il divisore è 100/5,435=18,399.
cioè o moltiplichi il montante per 5,435% o lo dividi per 18,399 il risultato è il medesimo.
Infatti :
100.000 x 5,435%= 5.435
100.000/18,399= 5.435 c.v.d.

Ho fatto da comune mortale un piccolo esempio ma il Grande Totò avrebbe detto "è la somma che fa il totale"

Grande Guerriero e Capo Apache, membro storico di PensioniOggi.it

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

08/06/2015 10:07 - 08/06/2015 10:23#17625 da mckewoy

Carlo per ottenere la rendita ti basta moltiplicare il montante complessivo per il coefficiente di trasformazione dell'età anagrafica: a quel punto otterrai la pensione lorda annuale.


grazie, giorgione.

cosa sono i divisori?? ciao, Carlo


credo di aver capito cosa rappresentano i divisori. sono gli anni residui di vita ( sgratt-sgratt )

ciao, Carlo

PS mi viene un pensiero. il divisore incorpora il periodo presunto della reversibilità ??

chi si bagna con acqua di mare non si asciuga più

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

04/06/2015 18:42#17568 da mckewoy

E va bene , parliamone così vi farò capire quale artificio si sono studiati.

In pratica il tutto ricorda le bilance truccate usate per dare le razioni ai Nativi d'america....dopo averle abbondantemente riempite d'acqua.
viva l'itaglia


OLIM HORTA CIDESTI FIDEM IGNOTAM ( o li mhortaci de sti fi de mignotam )

chi si bagna con acqua di mare non si asciuga più

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

02/06/2015 11:27#17515 da cochise
E va bene , parliamone così vi farò capire quale artificio si sono studiati.
Titolo: il contributivo ibrido o bastardo
1-Le retribuzioni dal 1996 in poi vengono rivalutate con l'indice pil dell'anno corrispondente, e quì non ci piove. e costituiscono il primo montante (salvadanaio) da rapportare all'età.
Esempio montante 100.000 € -età 65-coefficiente di conversione attuale 5,435%quota pensione annua =5.435-quota mensile = 5435/13=418,08
N.B. la tabella di conversione gruzzoletto/età sarà modificata nel 2016 e poi con cadenza triennale.
2-il secondo montante è determinato dalle retribuzioni ante 1996, con modalità bastarda:
a) si sommano le retribuzioni del decennio 1986-:-1995, tutte rivalutate con l'indice pil corrispondente.
b) si fa la media annua delle retribuzioni di cui al punto a)
c) si contano gli anni contribuzione a tutto il 31/12/1995
d) il numero di anni viene però ridotto di un valore pari al rapporto tra aliquota di contribuzione corrente (del 33% dal 1996) a quella degli anni fino al 1995. Da considerare che le aliquote del periodo erano, in media del 22% circa, per cui il monte anni da considerare si riduce di circa un terzo.
Il furto sta nel fatto che il decennio 1986-:-1995 è caratterizzato da inflazione ed indici pil dell'ordine del 5% medio mentre il periodo 1970-:-1985 è caratterizzato da indici inflazione e pil a due cifre con punte di oltre il 20% di craxiana memoria.
In pratica il tutto ricorda le bilance truccate usate per dare le razioni ai Nativi d'america....dopo averle abbondantemente riempite d'acqua.
viva l'itaglia

Grande Guerriero e Capo Apache, membro storico di PensioniOggi.it

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Moderatori: giorgionecochiseNicola54
© 2020 Digit Italia Srl - Partita IVA/C.f. 12640411000. All Rights Reserved.