× Hai delle domande o vuoi discutere con altri membri del forum tematiche legate alla previdenza? In questo forum parliamo di tutto quello che riguarda le pensioni dai lavoratori esodati alla pensione anticipata. Buona navigazione!

Ma il riscatto della laurea?

22/11/2017 21:00 - 22/11/2017 21:03#44911 da cochise
Risposta da cochise al topic Ma il riscatto della laurea?
Eli 15, credo ché il mago o maga del patronato meriti di essere proposto per
qualche premio Nobel....più di uno e da definire.
Altra chicca per il mio futuro libro su Inps e patronati.....suggerimenti per il titolo?
Considerando che anche i cugini dell'agenzia entrate meritino citazioni, sto pensando a
"Dio li fa e poi li ammucchia"....in ordine sparso

Grande Guerriero e Capo Apache, membro storico di PensioniOggi.it

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

22/11/2017 19:28#44896 da eli15
Risposta da eli15 al topic Ma il riscatto della laurea?
Infatti, mi parevano strani questi calcoli e privi di logica. Grazie per le vostre risposte!

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

22/11/2017 18:42#44891 da Nicola54
Risposta da Nicola54 al topic Ma il riscatto della laurea?
Eli,
lei scrive:
''Mi resta però un dubbio: sempre secondo questi calcoli, il riscatto comporterebbe un allungamento di circa 2 anni della vita lavorativa, perché il calcolo andrebbe fatto con sistema misto e non solo contributivo. Insomma, se non riscatto andrei in pensione a 66 anni nel maggio 2037, con riscatto a novembre 2039.
E' corretta questa interpretazione?''.
___________________________________________________________________________
Escludo che questa interpretazione possa essere corretta.Provo a spiegarmi con i requisiti anagrafici e contributivi in vigore alla data odierna con alcuni esempi, che credo valgano anche nel futuro quando lei avrà diritto alla pensione.

Dipendente pubblica o privata di anni 58, con 37 anni e 10 mesi di contributi e 4 anni di laurea.
Se riscatta va in pensione immediatamente, altrimenti tra quattro anni.

Dipendente pubblica o privata che ha compiuto 66 anni e 7 mesi d'età, in possesso di 16 anni di contributi e 4 anni di laurea.
Se riscatta va in pensione immediatamente, altrimenti tra quattro anni.

Non riesco a comprendere come il riscatto di laurea possa prolungare la decorrenza pensionistica.Può anticiparla o farla rimanere invariata.
Questo non significa, a priori, che il riscatto di laurea sia sempre conveniente.In particolare per i dipendenti del pubblico impiego.
Certamente incrementa l'importo dell'assegno mensile

Collaboro con patronato INCA CGIL a Roma

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

22/11/2017 18:13#44886 da firmani
Risposta da firmani al topic Ma il riscatto della laurea?
Caso mai il contrario. Ma bisogna guardare le tabelle per vedere se con il servizio + il riscatto si possa andare a seconda dell'età raggiunta. Prima era conveniente sicuramente. Oggi pare ci sia il rischio che il riscatto non valga tutto e nemmeno sempre, perché al servizio bisogna abbinare l'età minima

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

22/11/2017 18:00#44882 da eli15
Risposta da eli15 al topic Ma il riscatto della laurea?
Buonasera. Mi inserisco (e spero di non sbagliare) in questo topic, perché ho un problema simile: vorrei capire la convenienza del riscatto di laurea che mi è stato appena notificato.
Premetto che sono una lavoratrice del settore pubblico con, al momento,18 anni di contributi (22 se riscatto).
Secondo i calcoli effettuati presso un patronato, ai fini dell'importo dell'assegno pensionistico, il riscatto della laurea (1990-1994) sarebbe certamente conveniente (250-285 € in più).
Mi resta però un dubbio: sempre secondo questi calcoli, il riscatto comporterebbe un allungamento di circa 2 anni della vita lavorativa, perché il calcolo andrebbe fatto con sistema misto e non solo contributivo. Insomma, se non riscatto andrei in pensione a 66 anni nel maggio 2037, con riscatto a novembre 2039.
E' corretta questa interpretazione? Perché a me sembra assurdo che l'avere 4 anni di contributi in più, grazie al riscatto, comporti l'andare in pensione dopo, non mi sembra logico. Qualcuno può cortesemente chiarirmi questo punto? Devo prendere una decisione entro inizio dicembre. Grazie

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

28/10/2017 10:02 - 28/10/2017 10:04#43508 da fab63
Risposta da fab63 al topic Ma il riscatto della laurea?
Non consideri gli aumenti dell'aspettativa di vita che ci saranno da qui al 2028 che dovrebbero portare l'età minima a circa 68 anni. Dunque il beneficio del riscatto sarebbe superiore di circa un anno.
Leggo tuttavia sulle tabelle online che il requisito contributivo per andare in pensione anticipata (in effetti il dato che ho trovato è riferito al 2025, ma non penso che nel 2027 ci possano essere variazioni considerevoli) sarebbe di 44 anni e dunque non capisco perchè il calcolo che ti hanno fatto preveda un'uscita con oltre 45 anni di contributi: non dovresti "uscire" almeno un anno prima (sempre grazie al riscatto della laurea)?

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Moderatori: giorgionecochiseNicola54
© 2020 Digit Italia Srl - Partita IVA/C.f. 12640411000. All Rights Reserved.