× Hai delle domande o vuoi discutere con altri membri del forum tematiche legate alla previdenza? In questo forum parliamo di tutto quello che riguarda le pensioni dai lavoratori esodati alla pensione anticipata. Buona navigazione!

APE SOCIALE - APE AZIENDALE

14/03/2018 08:36#50365 da Nicola54
Risposta da Nicola54 al topic APE SOCIALE - APE AZIENDALE
Signor Antonio,
questa mattina sono in ufficio.Per chiarimenti mi può chiamare.

Collaboro con patronato INCA CGIL a Roma

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

12/03/2018 11:34#50279 da Nicola54
Risposta da Nicola54 al topic APE SOCIALE - APE AZIENDALE
Antonio,
le sue domande:
1)Considerando che sto assistendo mia madre con la 104, mi date conferma che è ipotizzabile il ricorso contestuale all’APE sociale e all’APE aziendale, quindi fino alla concorrenza di € 1500 lordi si può fare affidamento all’APE sociale e per la eccedenza a quella volontaria/aziendale?

2)Se si, parlando della quota eccedente relativa all’APE volontaria, stante la disponibilità dell’azienda di farsi carico per l’intero e massimo periodo di anticipo pensionistico (tre anni e sette mesi) del costo dei contributi ed avendo il sottoscritto un reddito annuo lordo pari ad € 33.000, quanto verrebbe a costare approssimativamente questo impegno all’azienda?

3)Ed ancora, l’azienda da questa operazione godrebbe di qualche vantaggio?

4)Quale sarebbe orientativamente la rata di pensione che da subito riuscirei a percepire e quale quella una volta raggiunti i 67 anni?

5)Quale è il termine primo e ultimo nel 2018 entro cui fare domanda?

6)Chiedendo la decorrenza dal 11 ottobre 2018, se accettata, mi metterei al riparo dall’adeguamento dell’età pensionabile che scatta dal 2019?

7)Al raggiungimento della pensione di vecchiaia cosa cambierebbe?

8) Quale utilità potrebbe avere la RITA?
_________________________________________________________
1)La risposta è da ritenersi positiva, ma solo se ha la stessa residenza di sua madre.La normativa in vigore non prevede incompatibilità tra Ape Social e Ape volontaria. L'APE aziendale è infatti considerata pari a quest'ultima.

2)L'azienda dovrebbe versare l'importo del 33% circa della sua retribuzione per il periodo di anticipo pensionistico.
Questa è la formula per il calcolo:
A * B * C
33.000 x 0,33 x 3,58= 38.986
dove A è il suo stipendio B è il 33% e C il periodo di 3 anni e 7 mesi.

3)Lo fanno le grandi aziende che hanno bisogno di riduzione del personale, usando un metodo ''indolore'', ma sempre tramite accordo con il dipendente.

4) Per rispondere a questa domanda è necessario conoscere altri dati.

5)L'APE Social entro il 31 marzo 2018, perché il requisito anagrafico che perfeziona ad ottobre può essere valutato in via prospettica ed a patto che conviva da almeno 6 mesi con sua madre.Se la presenta entro il 30 novembre 2018 la domanda,fatte salve le condizioni, viene accettata, ma solo nel caso residuino risorse.L'APE volontaria si presenta al compimento dei 63 anni.Sia per la Social che per quella volontaria si presentano sempre due domande distinte.In questo caso le domande sono 4(2 verifica requisiti+ 2 di riconoscimento della prestazione)

6)L'APE Social è sperimentale fino al 31 dicembre 2018, mentre quella volontaria fino al 31 dicembre 2019.Nel caso venga prorogata la prima probabilmente il requisito anagrafico si perfeziona a 63 anni e cinque mesi.

7)L'APE volontaria e ApeSocial si trasformano in pensione di vecchiaia.Da questa le saranno decurtati i relativi importi per 20 anni, interessi e assicurazione.Ma la rata che dovrà restituire è ''ammortizzata'' dal suo montante contributivo incrementato con il versamento dei contributi dal suo datore di lavoro.

8)Sono valutazioni esclusivamente soggettive. Dipende dalle esigenze economiche del richiedente. Per la rendita integrativa anticipata sono necessari almeno 5 anni di iscrizione a quel fondo.

Collaboro con patronato INCA CGIL a Roma

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

11/03/2018 14:46#50260 da antonio1955
APE SOCIALE - APE AZIENDALE è stato creato da antonio1955
Buona sera, sono una new entry, saluto tutti in particolare la redazione. Seguo da qualche settimana il sito sono Antonio Lupoli, nato l’11 ottobre 1955, quindi, alla stessa data del corrente anno compio 63 anni. Alla data del 31 dicembre 2018 avrò 40 anni di contributi compreso il militare. Ho fatto ricorso alla rendita vitalizia per recuperare un anno di contribuzione, facendomi carico e versando personalmente i contributi mensili per il recupero dell’intero anno 1980 avendo l’azienda omesso la regolarizzazione del rapporto lavorativo del primo anno e di conseguenza anche il versamento dei contributi. Ho rateizzato questo impegno con l’INPS con 48 rate per quasi € 350 mensili. Ovviamente nel caso in cui avrò certezza di poter rientrare nell’APE, dovrò anticipare tutte le rate residue per consentire all’INPS il calcolo certo dei contributi maturati.
Premesso quanto sopra vi chiedo:
considerando che sto assistendo mia madre con la 104, mi date conferma che è ipotizzabile il ricorso contestuale all’APE sociale e all’APE aziendale, quindi fino alla concorrenza di € 1500 lordi si può fare affidamento all’APE sociale e per la eccedenza a quella volontaria/aziendale?
Se si, parlando della quota eccedente relativa all’APE volontaria, stante la disponibilità dell’azienda di farsi carico per l’intero e massimo periodo di anticipo pensionistico (tre anni e sette mesi) del costo dei contributi ed avendo il sottoscritto un reddito annuo lordo pari ad € 33.000, quanto verrebbe a costare approssimativamente questo impegno all’azienda? Da un mio calcolo approssimativamente intorno a € 16.000 a copertura totale dell’impegno; ho sbagliato di molto tenuto conto che ho calcolato l’importo eccedente l’APE sociale? Nel caso l’azienda volesse impegnarsi per € 30.000 cosa succederebbe?
Ed ancora, l’azienda da questa operazione godrebbe di qualche vantaggio?
Quale sarebbe orientativamente la rata di pensione che da subito riuscirei a percepire e quale quella una volta raggiunti i 67 anni?
Quale è il termine primo e ultimo nel 2018 entro cui fare domanda?
Chiedendo la decorrenza dall’ 11 ottobre 2018, se accettata, mi metterei al riparo dall’adeguamento dell’età pensionabile che scatta dal 2019?
Al raggiungimento della pensione di vecchiaia cosa cambierebbe?
I fondi disponibili per l’APE sono distinti per misura? L ’APE sociale, volontaria e aziendale dispongono ognuna di un proprio capitolo/badget o vi è un unico fondo da gestire fino ad esaurimento senza distinzione di risorse fra le due opzioni? Quale utilità potrebbe avere la RITA?
Grazie mille e veri complimenti per la rubrica e per il sito. Cordialità Antonio Lupoli

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Moderatori: giorgionecochiseNicola54
© 2020 Digit Italia Srl - Partita IVA/C.f. 12640411000. All Rights Reserved.