× Hai delle domande o vuoi discutere con altri membri del forum tematiche legate alla previdenza? In questo forum parliamo di tutto quello che riguarda le pensioni dai lavoratori esodati alla pensione anticipata. Buona navigazione!

Pensione cittadinanza - caso attuale, cosa cambia?

28/01/2019 20:38#58670 da Nicola54
Per Dallesi, che scrive:
''Quello che non so è se la legge può PEGGIORARE le condizioni ESISTENTI, che ho piu volte descritto nei miei post''.
____________________________________________________________________________
Il decreto legge riguardante la pensione o il reddito di cittadinanza, può lasciare invariate le condizioni economiche esistenti, quando non ne sussiste il diritto.Oppure può soltanto migliorarle, ma mai peggiorarle.

Poi chiede:
''Un'ultima domanda, per favore, se un attuale pensionato di vecchiaia,71enne, con pensione modesta retributiva, facesse ORA domanda di integrazione al minimo, più integrazione sociale, piu legge del milione, sarebbe trattato con la stessa modalità di prima della pensione di cittadinanza?''.
__________________________________________________________________________
Le integrazioni al minimo e la pensione di cittadinanza debbono essere considerate due prestazioni distinte che vengono concesse solo in caso di sussistenza dei requisiti previsti.
Così ad esempio il signor Mario ha diritto all'integrazione al minimo se non supera un certo reddito ed ha diritto alla pensione di cittadinanza se l'ISEE è inferiore ad una certa soglia.
La risposta è positiva.

Collaboro con patronato INCA CGIL a Roma
Ringraziano per il messaggio: dallesi

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

28/01/2019 18:11 - 28/01/2019 18:33#58661 da Side
Dallesi,
un decreto se convertito in legge non avrebbe elementi migliorativi/peggiorativi,
ma conterrà la sua effettiva applicabilità.
Poi se vogliamo fantasticare cercando risposte su basi astruse, liberissimi di farlo...saluti

Edit:
se la sua intenzione era comprendere con l'applicazione della nuova legge, se avrebbe potuto incontrare elementi peggiorativi alla sua attuale condizione di pensionato, direi che al momento senza precisi e dettagliati riferimenti, nessuno potrebbe confermarlo o smentirlo.

The dark "Side" of the moon

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

28/01/2019 18:04#58659 da dallesi
Per Cataldo,

grazie, la sua risposta mi pare concisa e chiara. Significa quindi che se non faccio alcuna domanda, continuo a percepire quanto attualmente percepisco.

Un'ultima domanda, per favore, se un attuale pensionato di vecchiaia,71enne, con pensione modesta retributiva, facesse ORA domanda di integrazione al minimo, più integrazione sociale, piu legge del milione, sarebbe trattato con la stessa modalita di prima della pensione di cittadinanza?

Grazie ancora, e scusate la risposta di prima, non avevo ancora visto Cataldo.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

28/01/2019 17:57#58658 da dallesi
Temo che non ci si capisca, ho letto bene e quanto mi riferite lo so benissimo, quello che non so è se la legge può PEGGIORARE le condizioni ESISTENTI, che ho piu volte descritto nei miei post.

Inoltre, faccio rilevare che la pensione di cittadinanza, nel decreto, per chi ha una casa di proprietà, non è di "circa 500 euro", ma di 630 euro. L'affitto ipotetico viene calcolato in 150 euro al mese, e diventa 280 euro solo nel caso di REDDITO di cittadinanza.

Grazie comunque per il riscontro, anche se, ahime, lascia la mia conoscenza dei fatti al livello di prima.

Buona serata

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

28/01/2019 17:48#58657 da CAT-ALDO
Salve Dalessi, lei dice "se il tutto viene annullato" mi pare che non si annulla niente.
Forse confonde la Pensione di Cittadinanza con la pensione di vecchiaia.
La P. di Citt. si richiede a domanda, non è obbligatoria.
Saluti ALDO.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

28/01/2019 17:31 - 28/01/2019 17:49#58655 da Side
Salve Dallesi,
come indicato da Nicola, il beneficio economico della pensione di cittadinanza permette per i pensionati soli, di accedere ad una soglia che non può essere superiore a 9.360 euro.
Quindi sono i parametri ISEE comprensivi di beni mobili ed immobili che determinano il beneficio.

> Il limite di reddito per la Pensione di cittadinanza per chi è solo, è pari a 7.560 euro ed a 9.360 euro per il nucleo familiare che abita in una casa in affitto come da DSU ai fini ISEE.
> Per chi ha una casa di proprietà, l'importo (780 euro) scenderebbe a circa 500 euro, perché 280 euro andrebbero per il valore di un affitto ipotetico.
> Il limite del patrimonio immobiliare (nel quale non è compresa la casa d’abitazione) dovrà essere inferiore a 30.000 euro.
> Il limite patrimonio mobiliare (disponibilità di liquidità c/c etc.) dovrà essere inferiore a 6.000 euro.

The dark "Side" of the moon

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Moderatori: giorgionecochiseNicola54
© 2020 Digit Italia Srl - Partita IVA/C.f. 12640411000. All Rights Reserved.