× Hai delle domande o vuoi discutere con altri membri del forum tematiche legate alla previdenza? In questo forum parliamo di tutto quello che riguarda le pensioni dai lavoratori esodati alla pensione anticipata. Buona navigazione!

Quota 100: clausola di salvaguardia se si esauriscono le risorse finanziarie già stanziate

15/04/2019 13:02#61754 da Domino
A titolo di aggiornamento su quanto già scritto aggiungo che ieri, in un'intervista al Corriere della Sera, P. Tridico ha smentito che l'attuale focus dell'INPS su Quota 100 (e RdC) abbia ritardato le altre prestazioni "ordinarie".
E ha anche dichiarato che 10.000 mila domande per Quota 100 (tra le 51.000 lavorate con decorrenza aprile) siano state respinte per mancanza di requisiti. E' un numero altissimo. E' come se 1 persona su 5 abbia fatto domanda senza verificare di averne titolo, forse anche per colpa di qualche CAF / patronato poco competente ?

L'intervista completa si può leggere su:

www.corriere.it/economia/risparmio/19_ap...3-860c7d14652d.shtml

A beneficio dei "collezionisti seriali del web" allego un documento con una lista (assolutamente non esautiva) di una dozzina di articoli estratti da internet su cio' che e' stato pubblicato negli ultimi tre mesi sulle risorse finanziare a disposizione di quota 100 (e temi collegati).

Nulla di più che una goccia di ciò che si trova navigando (e andando alla deriva) su internet...

Questo messaggio ha un file allegato.
Accedi o registrati per visualizzarlo.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

13/04/2019 14:54 - 13/04/2019 14:55#61698 da Domino
Salve a tutti,
apro la discussione in oggetto non per porre delle domande ma per condividere una serie di informazioni.
So che potrebbe essere una discussione “accademica” perché nessuno può prevedere cosa succederà a Quota 100 fino al 2021, quando terminerà la sua sperimentazione.
Se cambia il governo sarà abolita ? Probabile.
Con il governo attuale, se ci sarà una ripresa economica, verrà mantenuta fino alla scadenza ? Possibile.
In caso di peggioramento dei conti pubblici potrebbe essere sospesa o rimodulata ? Difficile dirlo.

Nei giorni scorsi è apparso sul sito del Sole 24 Ore un articolo su Quota 100. Chi vuole può leggerlo al link:
www.ilsole24ore.com/art/notizie/2019-04-....shtml?uuid=ABh6XslB

In particolare, l’autore scrive: “la maggior spesa per le sole pensioni dovrebbe rispettare il limite dei 3,8 miliardi quest’anno (…). In caso di sforamento non ci sarà un taglio delle prestazioni, come previsto per il Reddito di cittadinanza, ma un “travaso” dai due fondi attivati con la legge di Bilancio”

E l’articolo termina con una frase del Direttore Generale INPS: “Anche se le domande del settore pubblico in questi primi mesi sono sembrate maggiori delle attese non ci sarà un problema di sostenibilità anche perché sul fronte delle entrate i dati sono buoni: nel 2018 abbiamo avuto un aumento dei contributi dal settore pubblico, mentre il flusso di entrate dal settore privato ha segnato un incremento in marzo”.

Sorprende che il D.G. INPS leghi la sostenibilità di Quota 100 con l’incremento dei contributi. Non è scritto da nessuna parte che un aumento delle entrate possa compensare un esborso per Quota 100 superiore a quanto stanziato nel relativo fondo.

Come risulta dall’ultima legge di Bilancio, dal decreto 4/2019 e dalla legge 26/2019:

1) ci sarà un monitoraggio periodico con rendicontazione degli oneri sostenuti per il Reddito di Cittadinaza e Quota 100
2) qualora siano accertati eventuali economie per una misura e maggiori oneri per un’altra, possono essere effettuate variazioni compensative tra gli stanziamenti per il RdC e Quota 100;
3) in presenza di scostamenti rispetto alle previsioni, anche in via prospettica, il MEF assumerà una serie di iniziative ...

In merito al terzo punto c’è una doppia clausola di salvaguardia (o salva-spesa).

La prima clausola riguarda il RdC. Qualcuno sostiene che in caso di sforamento dovuto a un numero troppo alto di domande, l’erogazione del sussidio verrebbe sospesa immediatamente e sarebbe ridotto l’assegno, mentre altri ritengono che, in prima battuta, si verificherebbe se ci sono risorse residue da Quota 100 salvo poi agire sul RdC (ma ciò potrebbe avvenire solo a fine anno perché Quota 100 non può rischiare di trovarsi senza risorse perché le ha cedute a RdC).

La seconda clausola, in caso di esaurimento del fondo per Quota 100, ha visto differenti interpretazioni da parte di analisti e organi di stampa:

a) Quota 100 potrà essere sospesa in qualunque momento, senza necessariamente dover verificare se il fondo del RdC ha un residuo da mettere a disposizione (perché la legge di Bilancio esprime un’opzione per la compensazione, non un obbligo)

b) per l’extra-spesa di Quota 100 il MEF chiederà al Ministero del Lavoro di rendere disponibili risorse di sua competenza e ciò comporterà comunque la riduzione del fondo per il RdC

c) se le risorse tolte al RdC non dovessero bastare a coprire l’extra-spesa di Quota 100 si dovranno operare tagli al bilancio (spese di altri ministeri, ecc.), arrivando anche un aumento delle tasse.

In pratica si va da un estremo all’altro: Quota 100 sarà sospesa subito se non si sostiene da sola oppure Quota 100 sarà difesa a oltranza.

In realtà risulterebbe che la clausola di salvaguardia per Quota 100, con trasferimento di fondi dal RdC sia già scattata lo scorso febbraio, in base alle informazioni pubblicate sul sito:
www.businessonline.it/lavoro-diritti/pen...ticipate_n61755.html

C’è poi qualcuno che segnala l’esigenza di una salvaguardia non solo per i conti dello stato ma anche per chi vuole aderire a Quota 100: non sarebbe piacevole pianificare uscite dal lavoro, versare contributi volontari, riscattare la laurea o altro ancora per raggiungere 38 anni di contributi e poi scoprire, subito prima di presentare la domanda, che non è più accessibile.

Ma, come già scritto, fare previsioni è impossibile.
Tornando però all’articolo citato all’inizio un aumento delle entrate contributive non dovrebbe avere alcun effetto sul futuro di Quota 100.
L’attuale D.G. INPS è stata nominata da T. Boeri (non un grande sponsor di Quota 100) ma ora il nuovo presidente è P. Tridico che, appena si è insediato, ha voluto ribadire la sostenibilità di Quota 100 e quindi il suo D.G., se davvero ha fatto quelle dichiarazioni, si sarà voluto o dovuto allineare.
Del resto, a dare retta ad alcuni media, l’INPS avrebbe emesso una circolare per focalizzarsi sulle domande per Quota 100 rallentando così le altre (e c’è chi sostiene che ciò avverrà fino alle elezioni europee…).
Ma P. Tridico è anche il “padre” del RdC e in futuro non gli farebbe piacere veder ridimensionata la sua “creatura” a vantaggio di Quota 100.

L’avevo detto: è una discussione accademica ma chiunque, sul forum, è libero di aggiungere i propri commenti.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Moderatori: giorgionecochiseNicola54
© 2020 Digit Italia Srl - Partita IVA/C.f. 12640411000. All Rights Reserved.