× Hai delle domande o vuoi discutere con altri membri del forum tematiche legate alla previdenza? In questo forum parliamo di tutto quello che riguarda le pensioni dai lavoratori esodati alla pensione anticipata. Buona navigazione!

obbligo informazione da parte dell'Inps?

02/04/2014 17:15#535 da giorgione
Risposta da giorgione al topic obbligo informazione da parte dell'Inps?
Ulisse figurati è un piacere,

tienici anche aggiornati sulla vicenda. Ricordiamoci che molte altre persone si trovano nella stessa situazione... potrebbero trovare utile comprendere come si risolve la questione...

Un abbraccione

Collaboro con il patronato INAS di Padova

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

31/03/2014 22:45#519 da ulisse07
Risposta da ulisse07 al topic obbligo informazione da parte dell'Inps?
Ciao Giorgione, grazie mille per la pronta risposta e soprattutto anche per il confortante suggerimento. Credo proprio che sia una buona idea e quindi metterò sicuramente in pratica il consiglio visto che dovrei avere i requisiti anagrafici e contributivi, ma non la decorrenza, per rientrare nella quinta salvaguardia.
Avevo sperato che l'Inps fosse in qualche modo costretta ad informare il lavoratore in modo da avere una valida argomentazione per ripresentare l'istanza alla DTL oltre la scadenza.
Nuovamente grazie e cordiali saluti
Ulisse07

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

30/03/2014 16:58 - 30/03/2014 16:58#508 da giorgione
Risposta da giorgione al topic obbligo informazione da parte dell'Inps?
Ciao Ulisse,

L'Inps in genere procede ad una rivisitazione delle posizioni rigettate sulle base delle posizioni avanzate in salvaguardia e delle nuove salvaguardie varate nel frattempo.

Ti consiglio quindi, se rientri in qualche contingente previsto dalla V salvaguardia, di presentare comunque istanza alla DTL indipendentemente dal paletto 6.1.2015. La DTL infatti se le condizioni base sono rispettate ed approva la domanda, invierà il nominativo all'Inps che dovrebbe verificare la posizione sulla base (non solo) della V salvaguardia ma anche delle precedenti.

Parlo con il condizionale ma allo stato attuale non mi sembra ci siano purtroppo molte altre alternative.

Collaboro con il patronato INAS di Padova

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

29/03/2014 23:19#503 da ulisse07
obbligo informazione da parte dell'Inps? è stato creato da ulisse07
Buongiorno, desidererei sapere se l'Inps ha l'obbligo di informare il lavoratore riguardo alla sua situazione di salvaguardia. Spiego il mio caso.
Nel giugno 2010, con contratto sindacale collettivo, sono stato collocato in mobilità (sospesa poi per 10 mesi nel 2012) che terminerà a fine aprile 2014 e in quella data raggiungerò i 40 anni di contribuzione all'interno del periodo di fruizione della mobilità. Sono stato inserito nella lista della prima salvaguardia direttamente dall'ufficio Inps e poi ho continuato a controllare il mio status direttamente sul sito istituzionale Inps dove apparivo con l'indicazione di "potenziale beneficiario". Tale indicazione, che tuttora permane, mi ha indotto a ritenere in perfetta buona fede di non dovere presentare istanza per le successive salvaguardie fino ad una eventuale comunicazione negativa da parte dell'Inps o alla modifica del mio status sul sito Inps. Due mesi fa mi sono presentato all'ufficio Inps per chiedere conferma della mia situazione e mi è stato comunicato che la mia domanda relativa alla prima salvaguardia era stata respinta a causa della mancanza di 3 mesi di contribuzione non conteggiati in quanto ricaduti nel periodo di sospensione della mobilità. Avendo però nel frattempo raggiunto tutti i requisiti anagrafici e contributivi per rientrare pienamente nella terza salvaguardia ho inviato ugualmente istanza alla DTL, motivando dettagliatamente la mia richiesta, pur sapendo che l'istanza era oltre la scadenza del 25 settembre 2013. Ovviamente la DTL, applicando alla lettera il regolamento, ha respinto la richiesta e mi ha inviato un preavviso di diniego con la motivazione che era fuori termine.
Capisco l'importanza formale della data di scadenza ma nella sostanza io avrei oggettivamente i requisiti per accedere alla salvaguardia e se non fossi stato messo nella condizione di ritenermi non escluso dalla prima salvaguardia dalla fuorviante e permanente informazione di potenziale beneficiario anche quando la mia domanda di prima salvaguardia era stata esaminata e respinta io avrei avuto tutto il tempo per inviare una istanza per la terza salvaguardia entro la scadenza prevista.
Purtroppo non potrò rientrare nella quinta salvaguardia per il paletto della decorrenza del 6 gennaio 2015 e perciò la risposta della DTL mi è caduta addosso come un macigno e mi ha demoralizzato profondamente.
Voi come vi muovereste e che cosa fareste? Esistono gli estremi per un ricorso o rischio solamente di sprecare soldi in una causa senza speranza in quanto l'Inps non era tenuta ad informarmi e a cambiare il mio status sul sito istituzionale?
Grazie per qualunque consiglio mi possiate dare.
Cordiali saluti

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Moderatori: giorgionecochiseNicola54
© 2020 Digit Italia Srl - Partita IVA/C.f. 12640411000. All Rights Reserved.