× Hai delle domande o vuoi discutere con altri membri del forum tematiche legate alla previdenza? In questo forum parliamo di tutto quello che riguarda le pensioni dai lavoratori esodati alla pensione anticipata. Buona navigazione!

Inabilità alla mansione dipendente asl

24/01/2020 22:00#66851 da Nicola54
Risposta da Nicola54 al topic Inabilità alla mansione dipendente asl
Ai sensi dell'art. 71 del DPR 3/1957 la dispensa dal servizio avviene quando è scaduto il periodo massimo previsto per l'aspettativa per infermità.Nel caso in cui l'impiegato risulti non idoneo per infermità a riprendere servizio è dispensato ove non sia possibile utilizzarlo, su domanda, in altri compiti attinenti alla sua qualifica. Ai sensi dell'art. 129 della stessa legge può essere dispensato dal servizio l'impiegato divenuto inabile per motivi di salute, salvo che non sia diversamente utilizzato ai sensi dell'art. 71, nonché quello che abbia dato prova di incapacità o di persistente insufficiente rendimento.
Nel caso in cui la commissione medica ASL riconosca l'inabilità alla mansione per il datore di lavoro sussiste l'obbligo di collocare il dipendente, prima in mansioni equivalenti, ma successivamente anche inferiori, quando non si ha la possibilità di inserimento nel primo tentativo.Se il lavoratore non dovesse dare consenso, può essere dispensato dal servizio dal datore di lavoro, per inabilità alla mansione specifica.
Bene inteso, l'attendibilità di questa risposta è da verificare nelle competenti sedi.Il sottoscritto si limita ad interpretare la normativa vigente,non escludendo possibilità di errore.

Collaboro con patronato INCA CGIL a Roma

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

23/01/2020 12:20#66788 da alegosp
Inabilità alla mansione dipendente asl è stato creato da alegosp
Buongiornbuongiorno,sono infermiere di pendente asl. La cmv mi ha rilasciato dopo visita un verbale che mi dichiara " non idoneo permanentemente in modo relativo a tutte le mansioni proprie ed equivalenti del profilo di inquadramento
" il che, a detta della asl stessa corrisponde ad una inabilità totale alla mansione di infermiere. Mi hanno dimensionato cambiando profilo da categoria D a categoria B. Dopo essermi informato presso linps ex gestione Inpdap, mi e stato confermato che per me esiste la possibilità di accedere alla pensione per inabilità alla mansione. Ho quindi comunicato alla mia asl il mio rifiuto della nuova collocazione 8n categoria b,e ho chiesto la risoluzione del rapporto che si configura come dispensa per inabilità, facendo anche presente di essere ampiamente in possesso anche dei requisiti contributivi richiesti. Ebbene la risposta della asl ,ovvero del dirigente delle risorse umane, è stata un secco no. La mia domanda è: è lecito come.comportamento,possono impedirmi di accedere ad una forma pensionistica a cui ho diritto??

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Moderatori: giorgionecochiseNicola54
© 2020 Digit Italia Srl - Partita IVA/C.f. 12640411000. All Rights Reserved.