Menu

Pensioni, Al via la sistemazione delle posizioni assicurative per la Polizia di Stato

L'Inps fornisce alcune istruzioni a Questure e Prefetture per integrare gli estratti conto incompleti per il personale del Ministero dell’Interno – Dipartimento della Pubblica Sicurezza.

Le amministrazioni dell'Interno dovranno colmare i dati mancanti relativi alle posizioni assicurative del personale della polizia di Stato sino al 30 settembre 2012.  Ne da' notizia la Circolare numero 115/2018 in cui l'Istituto fornisce ulteriori indicazioni circa la sistemazione massiva delle posizioni assicurative dei dipendenti pubblici nell'ambito dell'applicativo "Nuova PassWeb" avviato dopo l'assorbimento dell'Inpdap.

L'Inps invita, in particolare, Questure - Reparti/Prefetture ad implementare ed eventualmente correggere, attraverso l’applicativo Nuova Passweb, le posizioni assicurative del personale della Polizia di Stato in fase di pensionamento, relativamente al periodo intercorrente dalla data di assunzione in servizio fino al 30 settembre 2012. Per i periodi di tale arco temporale deve essere verificata la congruenza e la completezza dei dati acquisiti, intervenendo eventualmente per la correzione attraverso l’applicativo Nuova Passweb. L'invito arriva a seguito di  un’analisi delle posizioni assicurative del personale presenti nella banca dati dell’Istituto che ha dimostrato diverse criticità riguardanti sia l’aspetto giuridico che economico del personale amministrato. E che dunque impediscono di completare la sistemazione delle posizioni assicurative del personale in questione già avviata tra Inps e gli Uffici preposti.

I periodi successivi al 30 settembre 2012 e fino al 31 dicembre 2014 saranno oggetto della citata sistemazione massiva da parte dell’Amministrazione, mentre per i periodi dal 1° gennaio 2015 l’eventuale sistemazione sarà curata dal MEF/NOIPA. In tal modo, i dati presenti in posizione assicurativa, integrati con le informazioni specifiche relative al cosiddetto “ultimo miglio”, saranno direttamente utilizzabili al fine della determinazione del trattamento pensionistico.

L'Istituto riepiloga, quindi, nel documento le attività che gli operatori delle Questure-Reparti/Prefetture dovranno porre in essere, attraverso l’applicativo Nuova Passweb e con l’ausilio degli strumenti messi a disposizione all’esito dei corsi di formazione, per la sistemazione delle posizioni assicurative, fino al 30 settembre 2012, dei pensionandi della Polizia di Stato il cui trattamento pensionistico decorre dal 1° gennaio 2019, per la corretta individuazione delle retribuzioni imponibili con l’indicazione separata dei benefici di cui all’articolo 4 del D.lgs n. 165/1997, dell’indennità di aeronavigazione e dell’indennità di imbarco.

Obiettivo dell'Istituto di Previdenza è liquidare, per le cessazioni dal servizio con decorrenza 1° gennaio 2019, i trattamenti pensionistici del personale della Polizia di Stato esclusivamente con la nuova procedura “SIN 2”, facendo diretto riferimento alle informazioni contenute nel conto assicurativo dell’iscritto e superando l’utilizzo del modello PA04 con il quale le amministrazioni pubbliche hanno sino ad oggi fornito i dati retributivi all'Istituto liquidatore.

Segui su Facebook tutte le novità su pensioni e lavoro. Partecipa alle conversazioni. Siamo oltre trentamila

Documenti: Circolare Inps 115/2018

Torna in alto

Pensioni Oggi

Sezioni

Speciali

Strumenti

Seguici