L'Inps accoglie le richieste dell'Ordine dei Consulenti del Lavoro. Rinviate le attività di recupero coattivo dei debiti contributivi per i committenti che hanno denunciato lavoratori alla gestione separata, ma non hanno versato i relativi contributi per l'anno 2020 o  negli anni precedenti.
In arrivo le lettere di messa in mora dell'istituto previdenziale nei confronti dei committenti che nel 2020 non hanno pagato i contributi previdenziali per gli iscritti presso la gestione separata dell'Inps.
Per i lavoratori iscritti alla gestione separata il calcolo dell'assegno segue esclusivamente le regole del sistema contributivo introdotto con la legge Dini dal 1996.
I chiarimenti in un documento dell'INPS. Anche se l'importo è pari a zero l'assicurato dovrà sempre dichiararlo al momento della presentazione della domanda di disoccupazione.
Gli iscritti alla gestione separata possono chiedere l'accentramento gratuito dei contributi accreditati nelle altre gestioni previdenziali obbligatorie.
Ai fini del calcolo della durata e della misura della Naspi non possono essere conteggiati i periodi di lavoro nella gestione separata dell'Inps. 
Pagina 1 di 10
© 2021 Digit Italia Srl - Partita IVA/C.f. 12640411000. All Rights Reserved.