Pensioni, Ecco il Calendario del pagamento degli assegni nel 2021

Daniele Canova Martedì, 22 Dicembre 2020
Anche il prossimo anno le pensioni erogate dall'Inps saranno pagate il primo giorno bancabile del mese ad eccezione del mese di Gennaio. Le date di pagamento per il 2021.
L'avvicinarsi dell'anno nuovo rinnova il calendario di pagamento delle pensioni. Anche nel 2021 le date di pagamento dei trattamenti pensionistici di tutte le gestioni (Inps, Ex Inpdap ed ex Enpals) nonché degli assegni, pensioni e indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili, e delle rendite vitalizie dell'INAIL saranno pagate il primo giorno bancabile di ciascun mese con l'unica eccezione della mensilità di Gennaio.

L'unificazione delle date di pagamento delle pensioni risale al 2015 a seguito del decreto legge 65/2015 convertito con legge 109/2015 in un'ottica di semplificazione dei mandati di pagamento e di risparmio delle commissioni bancarie. La disposizione da ultimo richiamata aveva previsto che il pagamento fosse fissato al primo giorno di ciascun mese o il giorno successivo se festivo o non bancabile, con un unico mandato di pagamento, eccezion fatta per il mese di gennaio in cui il pagamento veniva disposto il secondo giorno bancabile. La novella, dapprima solo temporanea (sino al 31 dicembre 2017), è stata stabilizzata anche per gli anni successivi con l'articolo 1, co. 184 della legge 205/2017 dal 1° gennaio 2018.

Il calendario sottostante, realizzato dalla redazione di PensioniOggi.it, mostra le date di pagamento degli assegni e delle altre prestazioni erogate dall'Inps per il 2021. Come si nota tutti i pagamenti saranno effettuati il primo del mese salvo la mensilità di Maggio, Agosto e Novembre dato che il primo giorno del mese è festivo (il 1° maggio è la festa dei lavoratori, il 1° Agosto è domenica ed il 1° novembre la festa dei santi). Fa eccezione la mensilità di Gennaio che viene pagata, come detto, il secondo giorno bancabile e quindi il 4 Gennaio per Poste Italiane e il 5 gennaio per gli Istituti bancari.

Pagamenti Anticipati

A causa dell'emergenza sanitaria dovuta alla pandemia da COVID-19 è stata rinnovata l'ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri che dispone anche nel mese di Gennaio il pagamento anticipato degli assegni localizzati su Poste italiane per consentire agli utenti il ritiro in contanti presso gli sportelli secondo le iniziali del proprio cognome nel rispetto delle norme di distanziamento sociale. Il calendario per gennaio è il seguente: da A a C il 28 dicembre 2020; da D a G il 29 dicembre 2020; da H ad M il 30 dicembre 2020; da N a R il 31 dicembre 2020; da S a Z il 2 Gennaio 2021.

Nel mese di febbraio 2021 il ritiro potrà avvenire secondo il seguente calendario: da A a B il 25 gennaio 2021; da C a D il 26 gennaio 2021; da E ad K il 27 gennaio 2021; da L a O il 28 gennaio 2021; da P a R il 29 Gennaio 2021; da S a Z il 30 gennaio 2021. Non ci sono variazioni, invece, per quanto riguarda i pagamenti localizzati sugli Istituti di Credito. Trattandosi esclusivamente di un’anticipazione del pagamento, il diritto al rateo di pensione si matura comunque il primo giorno del mese di competenza dello stesso.

Pagamenti annuali e semestrali

Resta confermato che i pagamenti di importo mensile fino al 2% del trattamento minimo sono effettuati in rate annuali anticipate e che i pagamenti di importo mensile eccedente il 2% e fino al 15% del trattamento minimo sono effettuati in rate semestrali anticipate (i limiti sono arrotondati a 5 euro per difetto). Per cui se l'assegno è compreso tra 0,01€ a 10€ al mese tutte le mensilità spettanti nel 2021 (da gennaio a dicembre compresa la 13^) saranno pagate anticipatamente a gennaio 2021 in unica soluzione; se il valore mensile è compreso tra 10,01€ a 75€ l'Inps pagherà a gennaio 2021 in unica soluzione il valore delle mensilità comprese tra gennaio e giugno 2021 e a luglio 2021, sempre in unica soluzione, le mensilità spettanti tra il 1° luglio ed il 31 dicembre 2021 compresa la 13^

Segui su Facebook tutte le novità su pensioni e lavoro. Partecipa alle conversazioni. Siamo oltre cinquantamila

© 2020 Digit Italia Srl - Partita IVA/C.f. 12640411000. All Rights Reserved.