Cartelle di Pagamento INPS, il termine per adempiere resta di 60 giorni

Bernardo Diaz Mercoledì, 24 Novembre 2021
Alla riscossione dei debiti verso l'ente di previdenza non è applicabile il nuovo termine di pagamento di 150 giorni previsto dal decreto fisco lavoro. L'orientamento condiviso dei Ministeri del Lavoro ed Economia.

I contributi previdenziali INPS non godono dell'estensione da 60 a 150 giorni del termine per il pagamento. Lo spiega l'INPS nel messaggio n. 4131/2021 a seguito di un parere espresso dai Ministeri del Lavoro-Economia sulla portata applicativa dell'articolo 2 del dl n. 146/2021 (cd. decreto fisco lavoro).

La disposizione da ultimo richiamata ha previsto per le cartelle di pagamento notificate dall’Agente della riscossione dal 1° settembre 2021 al 31 dicembre 2021 il prolungamento fino a 150 giorni dalla notifica (rispetto ai 60 giorni ordinariamente previsti), il termine per il relativo pagamento senza l’applicazione di ulteriori somme aggiuntive. Prima di tale termine, l’Agente della riscossione non potrà dare corso all’attività di recupero del debito iscritto a ruolo.

Sul punto si ricorda che il 31 agosto 2021 è terminato il periodo di sospensione dell’attività di riscossione previsto dal dl n. 73/2021 (cd. decreto sostegni bis. A partire dal 1° settembre 2021, l’Agente della riscossione ha ripreso l’attività di notifica di cartelle, avvisi di addebito e avvisi di accertamento e le ordinarie procedure di riscossione, incluse quelle derivanti dalle verifiche effettuate dalle PA ai sensi dell’art. 48-bis del D.P.R. 602/73.

I Ministeri del Lavoro-Economia, condividendo la lettura dell’INPS della norma, hanno specificato che la novella non riguarda e attività di riscossione dei contributi previdenziali che, ai sensi dell'articolo 30 del dl n. 78/2010 convertito con legge n. 122/2010, rientrano nella esclusiva competenza dell'INPS. Ciò in quanto la portata normativa dell'articolo 2 del citato dl n. 146/2021 è riferibile alla sole attività di notifica delle cartelle di pagamento svolta dall'agente della riscossione.

Di conseguenza, conclude l'INPS, per gli avvisi di addebito relativi al recupero delle somme a qualunque titolo dovute all'Inps resta fermo il termine di 60 giorni dalla notifica.

© 2021 Digit Italia Srl - Partita IVA/C.f. 12640411000. All Rights Reserved.