Menu

Fondo FS, Domande per l'Assegno straordinario solo per via telematica

I chiarimenti in un documento Inps. Le domande di assegno straordinario del Fondo Ferrovie dello Stato Italiane con decorrenza della prestazione dal 1° gennaio 2019 dovranno essere presentate esclusivamente in modalità telematica.

Le domande per l'assegno straordinario del Fondo Ferrovie dello Stato potranno essere presentate solo per via telematica. Lo comunica l'Inps nel messaggio numero 1426/2019 pubblicato l'altro giorno dall'Istituto di Previdenza.

Nello specifico il documento informa che le domande di assegno straordinario con decorrenza della prestazione dal 1° gennaio 2019 dovranno essere presentate esclusivamente in modalità telematica, tramite il sito internet Inps al seguente indirizzo: “Servizi online” > “Accedi ai servizi” > “Tipologia di utente: aziende, consulenti e professionisti” > “Prestazioni esodo dei fondi di solidarietà e accompagnamento alla pensione” > “Domanda di assegno straordinario”. La nuova procedura riguarda la definizione delle domande relative all'assegno straordinario e all'assegno straordinario solidaristico del Fondo Ferrovie dello Stato Italiane.

Insieme all’inserimento del codice fiscale del lavoratore, l'Inps spiega che è obbligatorio selezionare il campo della delega che, una volta stampata, deve essere firmata dal lavoratore interessato e conservata a cura del datore di lavoro. Conclusa tale operazione preliminare sarà possibile compilare la domanda telematica, che richiede, oltre le informazioni già previste nel modello cartaceo, l’indicazione degli estremi di un documento d’identità in corso di validità del lavoratore e, eventualmente, ulteriori specificazioni. La piattaforma informatica, dopo l’invio della domanda, ne consente la relativa stampa per l’apposizione della firma da parte del lavoratore interessato. Tale documento, insieme con la ricevuta di trasmissione, deve essere conservato dal datore di lavoro. Con il passaggio alla trasmissione telematica l'Inps procederà alla relativa istruttoria e definizione senza attendere il vecchio documento cartaceo, che pertanto non deve più essere inviato dal datore di lavoro.

Il regime delle prestazioni straordinarie FS

Come noto l'accordo sindacale del 28 luglio 2016 ha integrato il regime delle prestazioni straordinarie (quelle cioè che garantiscono un sostegno al reddito tra la cessazione del rapporto di lavoro ed il raggiungimento della pensione sino ad un massimo di cinque anni). Se originariamente il DM 86984/2015 riconosceva l'assegno straordinario solo nei confronti del personale dipendente delle Società del Gruppo FS (esclusi i dirigenti) coinvolto in processi di ristrutturazione o riorganizzazione aziendale che si trovasse nelle condizioni di maturare i requisiti per la fruizione del trattamento pensionistico a carico della gestione previdenziale obbligatoria di appartenenza entro un periodo massimo di 60 mesi dalla data di risoluzione del rapporto di lavoro, il recente DM 99296/2017 ha previsto una ulteriore ipotesi di concessione dell'assegno straordinario finalizzato a favorire il ricambio generazionale nelle aziende (il cd. assegno straordinario solidaristico). Il meccanismo, in sostanza, è volto ad incentivare l'assunzione di giovani dipendenti in sostituzione della forza lavoro più anziana coinvolta in piani di esubero del personale. L'assegno può essere erogato a seguito della sottoscrizione di uno specifico accordo sindacale che definisca le modalità per l'attuazione del ricambio generazionale. Ed è subordinato alla presentazione, da parte dell'azienda esodante, di una apposita dichiarazione di responsabilità che attesti l’osservanza delle modalità, dei criteri e delle procedure per l’attuazione del ricambio generazionale previste dalle Parti stipulanti gli accordi di procedura. Anche l'assegno straordinario solidaristico, al pari di quello ordinario, ha una durata di 60 mesi.

Segui su Facebook tutte le novità su pensioni e lavoro. Partecipa alle conversazioni. Siamo oltre trentamila

Torna in alto

Pensioni Oggi

Sezioni

Speciali

Strumenti

Seguici