Menu

Indennizzo COVID-19, 600 euro anche ai lavoratori marittimi

Lo prevede un passaggio del DL ”Agosto”. L'indennizzo sarà riconosciuto per i mesi di Giugno e Luglio in misura pari a 600 euro per ciascuna mensilità.   

Anche i lavoratori marittimi avranno diritto all'indenizzo COVID-19 da 600 euro, esentasse, per i mesi di giugno e luglio 2020. Lo prevede l'articolo 10 del DL 104/2020 (DL "Agosto") in vigore ufficialmente dallo scorso 15 Agosto. Sino ad oggi questa categoria di lavoratori non ha beneficiato di alcun indenizzo economico legato all'emergenza epidemiologica da COVID-19.

In particolare il DL 104/2020 prevede una Indennità di 600 euro per i mesi di giugno e luglio 2020 ai lavoratori marittimi (come definiti all' art. 115 del Codice della Navigazione e l ’art. 17, comma 2 della Legge 5 dicembre 1986, n. 856 ). Pertanto, avranno diritto ad un importo complessivo di Euro 1.200, il personale di stato maggiore e di bassa forza addetto ai servizi di coperta, di macchina e in genere ai servizi tecnici di bordo; il personale addetto ai servizi complementari di bordo; il personale addetto al traffico locale e alla pesca costiera.

Requisiti

Per ottenere l’indennità, che non concorre alla formazione del reddito complessivo ai fini IRPEF, sono richiesti i seguenti requisiti: a) Aver cessato involontariamente il contratto di arruolamento o altro rapporto di lavoro dipendente nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 17 marzo 2020; b) Aver svolto almeno trenta giornate lavorative tra il 1° gennaio 2019 ed il 17 marzo 2020; c) Assenza di altri contratti di arruolamento o lavoro dipendente, NASPI, indennità di malattia, pensione (diretta si presume) al 15 Agosto (data di entrata in vigore del DL 104/2020).

La domanda

Per l'accesso al bonus il lavoratore dovrà presentare apposita domanda sul sito INPS, o tramite il proprio PIN personale o tramite SPID o tramite gli enti di Patronato. Bisognerà attendere qualche giorno per inviare le richieste, in attesa della pubblicazione della circolare esplicativa INPS nonché del rilascio delle procedure telematiche. L'erogazione avverrà nel limite di spesa complessivo di 24,6 milioni di euro per l'anno 2020. E' prevista una procedura di monitoraggio da parte dell'ente previdenziale circa il rispetto del limite di spesa. Qualora dal predetto monitoraggio emerga il verificarsi di scostamenti, anche in via prospettica, rispetto al predetto limite di spesa, non sono adottati altri provvedimenti concessori.

Segui su Facebook tutte le novità su pensioni e lavoro. Partecipa alle conversazioni. Siamo oltre cinquantamila

Torna in alto

Pensioni Oggi

Sezioni

Speciali

Strumenti

Seguici