Menu

ISEE, Al via la DSU precompilata dal 1° gennaio 2020

Il Ministero del Lavoro ha pubblicato il Decreto che consentirà la precompilazione della DSU ai fini del rilascio dell'ISEE. L'avvio riguarderà, in via sperimentale, i nuclei familiari che nel triennio 2016-2018 abbiano presentato una DSU all'INPS, in via telematica.

Via libera alla DSU precompilata. Il Ministero del Lavoro ha pubblicato il DM 9 agosto 2019 che individua le modalità tecniche per consentire ai cittadini di accedere alla dichiarazione ISEE pre-compilata ai sensi di quanto previsto dall'articolo 10 della legge 147/2017. A regime la dichiarazione DSU precompilata sarà resa disponibile dall'Inps tramite il portale telematico ed il cittadino potrà accettarla o modificarla, fatta eccezione per i trattamenti erogati dall'INPS e per le componenti gia' dichiarate a fini fiscali, per le quali sarà assunto ed immutabile il valore a tal fine dichiarato. La procedura resta comunque facoltativa in quanto sarà possibile continuare ad avvalersi delle modalità tradizionali per l'invio della DSU.

La novità sarà disponibile dal 1° gennaio 2020 a partire, in via sperimentale, dai nuclei familiari che nel triennio 2016-2018 abbiano presentato una DSU all'INPS, in via telematica, direttamente a cura del richiedente. Alla DSU pre-compilata potranno accedere tutti i soggetti che ne facciano richiesta direttamente o per il tramite di un CAF delegato.

L'accesso

Dopo le osservazioni del garante della privacy che hanno fatto slittare il decollo della misura, per accedere alla DSU precompilata il dichiarante potrà utilizzare alternativamente: a) le credenziali dispositive rilasciate dall'INPS; b) le credenziali rilasciate dall'Agenzia delle entrate; c) l'identità SPID di livello 2 o superiore. Se nel nucleo familiare sono presenti altri componenti maggiorenni il dichiarante dovrà altresì fornire riscontro circa i dati reddituali e patrimoniali, ivi inclusi le informazioni su saldi e giacenze medie del patrimonio mobiliare, di ciascun componente maggiorenne. In assenza di tale riscontro non sarà possibile effettuare l'accesso alla DSU precompilata.

Dovranno continuare ad essere dichiarati dal richiedente i dati relativi alla composizione del nucleo familiare e le informazioni necessarie ai fini della determinazione del valore della scala di equivalenza (es. numerosità del nucleo, eventuale presenza di soggetti disabili o soggetti rilevanti ai fini del calcolo delle componenti aggiuntive dell'ISEE); l'identificazione della casa di abitazione; i redditi e patrimoni non conoscibili dall'Inps e dall'agenzia delle entrate (es. per mancanza della CU); gli assegni di mantenimento effettivamente erogati; il possesso di autoveicoli o i motoveicoli di cilindrata di 500 cc e superiore, nonché le navi e imbarcazioni da diporto.

Torna in alto

Pensioni Oggi

Sezioni

Speciali

Strumenti

Seguici