Bonus assunzioni, i requisiti sono troppo stringenti per gli ultracinquantenni

Martedì, 13 Agosto 2013
Requisiti stringenti sulle imprese che reclutano disoccupati over 50 e chiedono lo sconto del 50% sui contributi

Sul bonus assuzioni l'Inps è intervenuto con la circolare 111/2013 e con il successivo messaggio n. 12212, che ha recepito i chiarimenti disposti dal Lavoro con la circolare 34 dello scorso 25 luglio. L'incentivo - con a disposizione un budget di oltre un miliardo fino al 2021 - prevede l'abbattimento del 50% dei contributi Inps e Inail e dura 18 mesi per le assunzioni a tempo indeterminato e fino a 12 per i contratti a termine.

Nel dettaglio, va osservato come le condizioni di cui alla legge 92 sono piuttosto stringenti: le condizioni prevedono infatti che: a) l'assunzione non avvenga in attuazione di un obbligo preesistente e non violi un diritto altrui di precedenza; b) i datori di lavoro e gli utilizzatori non abbiano in atto sospensioni dell'attività lavorativa per crisi o riorganizzazione; c) non via sia coincidenza sostanziale di assetti proprietari e rapporti di collegamento tra il datore che assume e quello che ha licenziato il lavoratore; d) vengano osservati i limiti di cumulo dell'incentivo

Sono dunque ancora oggi più accessibili altre agevolazioni come quelle derivanti dalla riassunzione di lavoratori iscritti alle liste di mobilità (legge 223/91) o dei disoccupati di lungo periodo (legge 407/90). Da ricordare infine che anche agli over 50, una volta emanate le istruzioni dell'Inps, si potrà applicare lo sgravio introdotto dal Dl 76, riservato ai titolari di Aspi, che portano in dote al datore che li ricolloca il 50% dell'indennità che sarebbe loro spettata, per il residuo periodo di trattamento.

© 2021 Digit Italia Srl - Partita IVA/C.f. 12640411000. All Rights Reserved.