Menu

Bonus Bebe', Si rinnova anche nel 2021 il beneficio di 80 euro mensili

Lo prevede un passaggio della legge di bilancio per il 2021. Il beneficio oscilla tra 80 e 160 euro al mese per il primo anno di vita del bimbo. Resta ferma pure la maggiorazione del 20% per i figli successivi al primo.

Si rinnova anche nel 2021 l'assegno di natalità a favore dei bimbi nati, adottati o in affidamento preadottivo tra il 1° gennaio ed il 31 dicembre 2021. Lo prevede l'articolo 1, co. 362 della legge n. 178/2020 (Legge di Bilancio per il 2021) che conferma i medesimi criteri ed importi previsti per lo scorso anno.

Il beneficio, pertanto, spetta per una durata di 12 mesi con riferimento alle nascite, adozioni o affidamenti preadottivi avvenuti tra il 1° gennaio ed il 31 dicembre 2021 in misura pari a:

1) 1.920 euro (160 euro al mese) qualora il nucleo familiare di appartenenza del genitore richiedente l'assegno sia in una condizione economica corrispondente a un valore dell'ISEE minorenni non superiore a 7.000 euro annui;

2) 1.440 euro (120 euro al mese) qualora il nucleo familiare di appartenenza del genitore richiedente l'assegno sia in una condizione economica corrispondente a un valore dell'ISEE minorenni superiore alla soglia di 7.000 euro e non superiore a 40.000 euro;

3) 960 euro (80 euro al mese) qualora il nucleo familiare di appartenenza del genitore richiedente l'assegno sia in una condizione economica corrispondente a un valore dell'ISEE minorenni superiore a 40.000 euro oppure non sia in possesso di ISEE.

E' prevista, inoltre, una maggiorazione del 20% del beneficio per nascite o adozioni/affidamenti preadottivi successivi al primo figlio. In tal caso il beneficio risulta rispettivamente pari a 192 euro, 144 euro e 96 euro mensili a seconda del valore assunto dall'ISEE minorenni (in tabella gli importi spettanti).

Per la proroga della misura vengono stanziati 340 milioni di euro per l'anno 2021 e 400 milioni di euro per l'anno 2022, a cui si provvede mediante corrispondente riduzione dell'autorizzazione di spesa a valere sul “Fondo assegno universale e servizi alla famiglia”di cui all'art. 1, comma 339 della legge n. 160 del 2019.

Segui su Facebook tutte le novità su pensioni e lavoro. Partecipa alle conversazioni. Siamo oltre cinquantamila

Torna in alto

Pensioni Oggi

Sezioni

Speciali

Strumenti

Seguici