Menu

Reddito di Cittadinanza, Entro il 31 Gennaio 2021 va rinnovata la DSU

Tutti i beneficiari del reddito o pensione di cittadinanza che hanno presentato la DSU nel corso del 2020 devono rinnovarla entro il 31 gennaio 2021 per non perdere la continuità nel pagamento della prestazione

I beneficiari del reddito o pensione di cittadinanza che hanno presentato la DSU nel corso del 2020 devono provvedere al rinnovo entro il 31 gennaio 2021 per non perdere la continuità nel pagamento della prestazione  a partire dal prossimo mese di febbraio 2021. Lo rende noto l'Inps in un comunicato stampa in cui ribadisce che la dichiarazione ISEE ha validità fino al 31 dicembre dell’anno in cui è stata presentata. Tenuti all'adempimento le famiglie che percepiscono l'RdC o la PdC al 31 dicembre 2020 e che, pertanto, non avranno più una DSU valida per le erogazioni previste nel 2021.

Le prestazioni del corrente mese di gennaio sono riferite ai redditi di dicembre 2020 e saranno pertanto messe in pagamento per tutti i beneficiari. A partire dal mese di febbraio 2021, invece, il calcolo dei redditi e pensioni di cittadinanza sarà riferito alle DSU valide del mese di gennaio 2021 e sarà quindi necessario disporre di un ISEE aggiornato (in assenza della DSU l'Inps dovrà interrompere il pagamento della prestazione). In presenza dei presupposti di legge, il nucleo potrà presentare la DSU per ISEE corrente previa presentazione della DSU per ISEE ordinario. Le dichiarazioni ISEE presentate a partire dal 1° gennaio 2021 avranno validità fino al 31 dicembre 2021.

Segui su Facebook tutte le novità su pensioni e lavoro. Partecipa alle conversazioni. Siamo oltre cinquantamila

Torna in alto

Pensioni Oggi

Sezioni

Speciali

Strumenti

Seguici