Menu

Distacchi e Aspettative Sindacali, Niente denuncia per le Pubbliche Amministrazioni

Il chiarimento in un documento dell'Inps. Al via la fase di sperimentazione circa le nuove modalità di accredito della contribuzione figurativa per politici e sindacalisti. Fuori le Pubbliche Amministrazioni.

Le pubbliche amministrazioni sono esenti dall'obbligo di denuncia di aspettative e distacchi, sindacali e politiche, in vigore dal 1° gennaio 2020. Lo rende noto l'Inps nel messaggio numero 4835/2019.

La precisazione fa seguito all'entrata in vigore da quest'anno della modalità mensile di comunicazione telematica delle aspettative e i distacchi sindacali o per cariche pubbliche elettive dei datori di lavoro, in sostituzione delle denunce cartacee (modello AP123) in uso. In particolare, a partire dal mese di gennaio 2020 la comunicazione del flusso UniEmens sarà il canale esclusivo per provare l'esistenza e il protrarsi di aspettative o distacchi, nonché per provare le retribuzioni da assumere a base per l'accredito figurativo. Ciò vuol dire che la prima scadenza è fissata per il 2 marzo 2020, data entro cui (il 29 febbraio è sabato e il 1 marzo domenica) va trasmessa in via telematica la denuncia UniEmens relativa al mese di gennaio. Ciò al fine di semplificare e rendere più tempestivo il processo sotteso all’istruttoria delle domande di accredito figurativo per politici e sindacalisti in aspettativa e, conseguentemente, di autorizzazione al versamento/accredito della contribuzione aggiuntiva per i sindacalisti.

L'Inps informa, tuttavia, che per i dati riferiti all’anno 2020 sarà comunque possibile acquisire, in alternativa o ad integrazione del flusso in parola, il modello AP 123 debitamente compilato che dovrà essere allegato alla domanda, presentata annualmente, di accredito della contribuzione figurativa e che, come di consueto, sarà sottoposto alla prescritta validazione dell’Ispettorato territoriale del lavoro. Analogamente, ove il mancato invio dei flussi derivi da eventi contingenti indipendenti dalla volontà del datore di lavoro (per es. sospensione per calamità naturali, procedure concorsuali in atto, ecc.) i datori di lavoro medesimi dovranno necessariamente continuare ad attestare, con i consueti canali, i dati relativi all'accredito contributivo.

Fuori le pubbliche amministrazioni

I nuovi adempimenti, precisa l'Inps, sono a carico dei soli datori di lavoro che denunciano con flusso UniEmens; pertanto, sono esclusi i datori di lavoro tenuti all'invio degli UniEmens-ListaPosPA (cioè le pubbliche amministrazioni). L'attestazione, richiesta nel flusso UniEmens (e solo in tale denuncia mensile), si riferisce alla condizione di aspettativa oppure di distacco derivante da carica elettiva o sindacale. L'Inps precisa inoltre che, per ora, nulla cambia per i lavoratori in distacco sindacale assicurati al Fondo Ferrovie dello stato o al Fondo Quiescenza Poste, restando operative le vigenti modalità di attestazione dello stato di distacco sindacale.

Documenti: Messaggio inps 4835/2019

Torna in alto

Pensioni Oggi

Sezioni

Speciali

Strumenti

Seguici