× Hai delle domande o vuoi discutere con altri membri del forum tematiche legate alla previdenza? In questo forum parliamo di tutto quello che riguarda le pensioni dai lavoratori esodati alla pensione anticipata. Buona navigazione!

Domanda per quota 100 online o tramite patronato ?

02/11/2020 17:10 - 02/11/2020 17:12#70963 da ricoc_61
Volete mettere la lettera di licenziamento nessuno lo nega, è un documento in più.

Nelle note aggiungere la neutralizzazione della naspi metti pure, ti aggiungo che la neutralizzazione naspi avviene solamente se inferiore alla retribuzione lavorativa ante disoccupazione.

Quando prenderete la pensione e, ve lo auguro , troverete ( dopo circa 60gg.) il modello te08 e li si potrà vedere se la naspi è stata neutralizzata.

Abbiamo l'esperto Cochise che ha fatto lo scalpo a parecchi utenti del forum, compreso me, lui ci sa fare con i numeri, mi ha controllato il mio modello TE08 dove risultava la neutralizzazione.

La contribuzione figurativa e accreditata di ufficio mese x mese, dunque inutile fare richiesta, se è poi già nell'ecocert.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

02/11/2020 16:11 - 02/11/2020 16:12#70957 da freedom58

Riassumo quanto ho saputo da un’amica che ha una posizione previdenziale uguale alla mia (contributi come dipendente privata + naspi) e sta per presentare la domanda per quota 100.

Un patronato le ha chiesto di portare la lettera di licenziamento (di 4 anni fa) per allegarla nella sezione dei documenti, alla voce “Cessazione attività lavorativa”.
Il patronato le ha inoltre detto che nella domanda di pensione chiederà (nelle note aggiuntive) di neutralizzare i periodi Naspi per evitare che venga penalizzato l’importo della pensione e infine farà anche richiesta di accredito dei relativi contributi figurativi (già presenti nell’ecocert).
Tutto ciò perché “a volte l’INPS fa numerosi errori”.

Ma serve davvero fornire la lettera per un licenziamento del 2016 tenendo conto che l’INPS ha già tutte le informazioni ? E perché richiedere l’accredito dei contributi figurativi se sono già nell’ecocert ?
E la neutralizzazione dei periodi Naspi dovrebbe essere automatica, senza necessità di chiederla, o no ?

Forse sono io ad essere prevenuta verso quei patronati che fanno troppe richieste oppure il valore aggiunto dei patronati è anche prevenire errori dell’INPS aggiungendo nella domanda di pensione ulteriori note, documenti, ecc. che, a chi usa la procedura online, non verrebbe in mente di inserire ?


Sono anche io esattamente nella stessa situazione io 39 anni di FPLD piu' ultimi 2 anni di NASPi terminati l'anno scorso , ora a Novembre con i 62 anni maturo Quota 100 . Tra un po faro anche io domanda , c'è qualcuno che nella stessa situazione ha fatto già domanda o qualcuno più esperto che puo' rispondere ai quesiti sotto ?

- Lettera di licenziamento va inserita nella sezione documenti ?

- Richiesta accredito contribuzione figurativa NASPI farla comunque nella sezione dichiarazioni anche se è già certificata nell'ECOCERT come nel mio caso?

- Inserimento nelle note aggiuntive richiesta di neutralizzare i periodi Naspi (esempio : si richiede la neutralizzazione delle retribuzioni relative ai periodi di
contribuzione figurativa come esplicato nella circolare INPS - n. 94 punto 4 "Prestazioni accessorie" del 12 maggio 2015, ) va fatta?
Grazie

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

31/10/2020 19:16#70919 da ricoc_61
Certe volte nei caf trovi delle ragazze che hanno appena 20 anni, x esperienza personale a me il caf non è stato in grado di fare la somma di 2 certificazioni unica e di conseguenza avrei perso tutto il bonus renzi.( 960)

Giacchè come scritto nel precedente post sentite piu di una campana, sono andato sul sito del ADE e ho controllato il mia dichiarazione precompilata, dove mi si aspettavano 1750€ non 800€ come diceva il caf.

Morale da questa esperienza, sono 6 anni che mi faccio la dichiarazione da solo e senza sbagliare risparmiando 60/70€ ogni anno.

Quando feci notare lo sbaglio , la mise a ridere...riflettere e riflettere e quando si trova la persona competente bisogna tenersela stretta come i nostri esperti cochise e nicola54 ed anche altri utenti come robyberto,side ed tanti altri.

Saluti Ricoc!

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

31/10/2020 18:49#70916 da Domino
Concordo con le osservazioni già fatte, ma oltre al quesito posto come titolo di questa discussione ce ne sarebbe un altro: consulenza pensionistica da autodidatta o tramite patronato ?

E’ vero, in fase di compilazione della domanda di pensione i patronati a volte chiedono documenti inutili ma è molto più pericoloso ciò che possono dire quando si chiede una consulenza, ad esempio su come raggiungere i requisiti contributivi.
Lo scorso anno ne ho consultati tanti e tutti mi sconsigliavano di aprire una P.IVA come artigiano (dopo oltre 30 anni di lavoro dipendente) perché con un basso reddito avrei rovinato la componente retributiva della mia pensione. Poi mi sono messo a studiare e infine anche Cochise mi garantì che non rischiavo nulla.

Per non parlare del riscatto della laurea, che ho eseguito nella gestione artigiani anziché nel FPLD risparmiando oltre 100K. Alcuni patronati mi ridevano in faccia dicendo che se fosse stato possibile l’avrebbero fatto tutti.

Tornando al dubbio su come presentare la domanda, mi sembra che nel forum qualcuno scrisse che l’INPS non gli aveva eseguito la neutralizzazione della Naspi ma se ti capita una persona del patronato priva di esperienza che vuole prevenire ogni eventuale errore da parte dell’INPS allora devi dargli anche il certificato di nascita …
Ringraziano per il messaggio: Over

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

31/10/2020 18:08 - 31/10/2020 18:09#70913 da ricoc_61
Si, effettivamente è cosi. con licenziamento collettivo e l'azienda a comunicare i licenziamenti, per di piu cambiando direzione l'azienda x ogni dipendente licenziato paga una quota all'inps in virtù proprio all'accesso alla naspi.

I contributi figurativi ( naspi) sono accreditati d'ufficio mese x mese, e quanto dici e vero inutile chiedere la lettera.

Talune volte lo fanno proprio perchè non essendo all'altezza hanno paura di sbagliare e allegano piu documentazione possibile.

Come scritto in codesto forum sia da me e da l'esperto Cochise, ed altri utenti, all'inps ci sono poche persone competenti , e anche nei patronati, devono leggere le circolari INPS, quelle si che contano , e come se contano .

Ne abbiamo avuto prova nella discussione sulla sezione dei precoci quota 41.

Aggiungo, ci sono le eccezioni però, la mia politica e sentire sempre più di una campana.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

31/10/2020 17:21#70912 da Minerva

x accedere alla naspi bisogna allegare la lettera di licenziamento .... ripeto, x la naspi bisogna inserire la lettera di licenziamento.


Quano io e la mia amica abbiamo chiesto la Naspi non allegammo nulla e le domande furono accolte. Un patronato, se non ricordo male, ci disse che nel nostro caso non era necessario perchè l'INPS aveva già ricevuto nel frattempo dalla nostra azienda i dati relativi al licenziamento collettivo.
Ma in altri casi so che è necessario allegare la lettera di licenziamento

Comunque nel mio ultimo post avevo scritto che i contributi figurativi per la Naspi (erogati oltre due anni fa) sono già presenti nell'Ecocert e quindi credo sia inutile che un patronato pretenda la lettera di licenziamento e chieda l'accredito di contributi già certificati.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Moderatori: giorgionecochiseNicola54
© 2020 Digit Italia Srl - Partita IVA/C.f. 12640411000. All Rights Reserved.