× Hai delle domande o vuoi discutere con altri membri del forum tematiche legate alla previdenza? In questo forum parliamo di tutto quello che riguarda le pensioni dai lavoratori esodati alla pensione anticipata. Buona navigazione!

lavoratori precoci

30/04/2021 11:49 - 01/05/2021 21:06#73553 da robyberto
Risposta da robyberto al topic QUOTA 41

requisito oggettivo soddisfatto a dicembre + 3 mesi di finestra mobile = 31.03.2021
requisito soggettivo soddisfatto il 22.07.2020
26.04.2021 – presentata Domanda di Verifica del Requisito per l’Accesso alla pensione Anticipata – Lavoratori precoci
Non vedo per qual motivo dovrebbero rigettarmi la domanda
05.04.2021 – vengo licenziato con preavviso di 15 gg
Comunicazione Cessazione attività lavorativa all’Inps avvenuta in data 26/04/2021

Per assurdo (ma cmq fattibile!, ci penso da alcuni gg):
- oggi 30/04/2021 potrei ancora inviare la Domanda Pensione Anticipata – Lavoratori Precoci legge 232/2016

- trattamento è corrisposto, dal primo giorno del mese successivo alla presentazione della domanda cioè domani 01/05/2021

Così avrei congelata la mia posizione – speculando sul fatto che mi accettino la prima domanda (ma perché non dovrebbero?)


La domanda di accesso al pensionamento precoci (vista la tua situazione) avresti potuto presentarla contestualmente alla domanda di riconoscimento del beneficio, quindi presentala subito, ma soprattutto... perché hai aspettato il 26 aprile per la prima domanda??? Se le date che hai riportato per il raggiungimento dei requisiti sono giuste, avresti potuto presentarla il primo gennaio! :(

P.S.
Devo dire però che rileggendo i tuoi vecchi post, con le date c'è parecchia confusione...

Io sto con Border
L'Argomento è stato bloccato.
30/04/2021 08:29#73551 da GiZa
Risposta da GiZa al topic QUOTA 41
requisito oggettivo soddisfatto a dicembre + 3 mesi di finestra mobile = 31.03.2021
requisito soggettivo soddisfatto il 22.07.2020
26.04.2021 – presentata Domanda di Verifica del Requisito per l’Accesso alla pensione Anticipata – Lavoratori precoci
Non vedo per qual motivo dovrebbero rigettarmi la domanda
05.04.2021 – vengo licenziato con preavviso di 15 gg
Comunicazione Cessazione attività lavorativa all’Inps avvenuta in data 26/04/2021

Per assurdo (ma cmq fattibile!, ci penso da alcuni gg):
- oggi 30/04/2021 potrei ancora inviare la Domanda Pensione Anticipata – Lavoratori Precoci legge 232/2016

- trattamento è corrisposto, dal primo giorno del mese successivo alla presentazione della domanda cioè domani 01/05/2021

Così avrei congelata la mia posizione – speculando sul fatto che mi accettino la prima domanda (ma perché non dovrebbero?)
L'Argomento è stato bloccato.
29/04/2021 12:59#73539 da Side
Risposta da Side al topic QUOTA 41
Salve GiZA,

Per quanto riguarda il quesito posto in caso di decesso dell'assistito, abbiamo già valutato in varie occasioni e confermo in pratica quanto già riferito da Fabio, in quanto il Messaggio Inps n.1481 del 04-04-2018 par.2
indica che il pensionamento anticipato per Ape sociale e Lavoratori precoci non può essere riconosciuto nei confronti dei soggetti ai quali sia venuto meno alla data di decorrenza effettiva dell Ape sociale o della pensione per Lavoratori precoci, lo status di invalido pari o superiore al 74% o si sia verificato il decesso dell’assistito, ma d'altro canto, abbiamo avuto notizie di ricorsi con esito favorevole nel caso in cui in presenza di decesso, si abbiano acquisiti tutti gli altri requisiti di legge necessari.

Per quanto riguarda la domanda di pensione, riporto quanto espressamente indicato dalla Circolare Inps n.99 del 16/06/2017 al Par. 5.6
La domanda di pensione (accesso al beneficio di cui all’articolo 1, commi 199 – 205 della legge 11 dicembre 2016, n. 232) è presentata, con modalità telematica, all’INPS ed il relativo trattamento è corrisposto, al ricorrere di tutti i requisiti e le condizioni previsti, compresa la cessazione dell’attività lavorativa, oltrechè all’esito del positivo riconoscimento delle condizioni per l’accesso al beneficio, dal primo giorno del mese successivo alla presentazione della domanda.

Saluti

The dark "Side" of the moon
L'Argomento è stato bloccato.
29/04/2021 11:53#73537 da Fabio1961
Risposta da Fabio1961 al topic QUOTA 41
Sui tuoi 3 interrogativi voglio rispondere solo al caso del disabile se venisse mancare perché li sono ben ferrato
Inps vuole che viva fino decorrenza ma legge prevede deve essere in vita fino raggiungimento dei requisiti in pratica a quando fai domanda . Chiaramente speriamo viva ancora 10 anni perché in ipotesi morte prima decorrenza serve causa civile lo dico fin d'ora
Un consiglio per velocizzare registra una PEC su tuo profilo
Ciao auguri
L'Argomento è stato bloccato.
28/04/2021 22:49#73535 da GiZa
Risposta da GiZa al topic QUOTA 41
Lunedì abbiamo fatto Domanda per il Riconoscimento del requisito presso il patronato che ci sconsiglia il licenziamento e dice di aspettare la risposta dell'inps prima di inviare la domanda di pensione.
Il requisito contributivo (41anni di cui 12 mesi prima di 18 anni ) e quello soggettivo (legge 104, assistenza e convivenza da oltre 6 mesi a a familiare di primo grado ultrasettantenne) sono entrambi soddisfatti. Quindi dovrebbe essere possibile fare contemporaneamente anche la domanda di pensione.
Abbiamo ancora parecchi dubbi:
- Attualmente il mio compagno sta ancora lavorando in qualita di badante regolarmente stipendiato dal familiare portatore di handicap. Potrebbe questa mansione essere incompatibile con il requisito di Care Giver necessario per accedere alla pensione?
- Nel momento in cui si fa anche la domanda di Accesso al beneficio possiamo essere sicuri di poter accedere alla pensione anche se la mamma venisse a mancare (non gode di buona salute)?
- Per poter inoltrare la domanda di pensione bisogna aver cessato l'attività lavorativa o indicare la data di quando si prevede farlo. Secondo voi conviene aspettare prima di licenziarsi oppure vale la pena di correre il rischio di licenziarsi e presentare domanda?
Quanto tempo ci vuole prima che l'inps risponda alla Domanda di Verifica dei Requisiti inviata al 26/04? (teoreticamente entro il 31 dicembre e nella pratica?)
Grazie per un vs riscontro, buona notte
L'Argomento è stato bloccato.
21/04/2021 18:17#73473 da Over
Risposta da Over al topic QUOTA 41

Per border che il 2 aprile scriveva:
"Sono d’accordo con quello che scrive robyberto che il “marchio” del patronato non sia una garanzia, ma è anche vero che lo stesso marchio non va cercato nemmeno tra gli esperti e i moderatori del forum che danno un supporto straordinario e informazioni utili nel 99% dei casi ma a volte anche loro possono scrivere un cosa inesatta come mi è capitato di recente. E visti i loro pareri discordanti ho contattato l’ufficio pensione INPS della mia sede e ho avuto la fortuna di trovare una persona preparata e disponibile che mi ha chiarito tutto".
___________________________________________________________
Potrebbe cortesemente ripetere la domanda e la risposta errata che le abbiamo dato?
Grazie


Buongiorno, come è stato già precisato le frasi tra virgolette le ho scritte io e non Border che le ha solo citate prima di inserire un suo commento. Visto che viene chiesta una spiegazione è doveroso da parte mia provare a darla.

In un’altra discussione avevo scritto che ad un mio amico il patronato aveva detto che nella sua domanda per quota 100 si deve allegare il certificato di chiusura della P.IVA e quindi io chiedevo se ciò era confermato o se invece si trattava di un documento opzionale.
E la risposta è stata: “Corretta l'interpretazione del patronato. Se non allega il certificato di chiusura della P.IVA, l'INPS respinge la domanda”.
Ma un altro utente ha poi dato una risposta diversa: non solo non è obbligatorio inserire questo certificato ma non è neanche richiesto di chiudere la P.IVA, i cui redditi possono essere incumulabili con quota 100 e portare alla sospensione della sua erogazione ma non fanno respingere la domanda.
Avendo ritenuto queste due risposte in contrasto tra loro ho quindi chiesto se le avevo interpretate male io o se era possibile avere dei chiarimenti, dopodiché mi è stato suggerito, per avere una posizione ufficiale, di rivolgermi alla mia sede INPS. Ho seguito questo consiglio e mi è stato confermato che era corretta la seconda risposta.

C’è poi un altro caso che mi ha riferito un mio conoscente che ha avuto la dis-coll senza allegare il contratto di collaborazione ma sul forum, ad una persona che chiedeva se fosse utile accluderlo alla domanda, fu risposto che era obbligatorio. Ma sono il primo a dire che si tratta di una inesattezza molto piccola.

Venendo a quelli che ho definito “esperti” forse sono io che ho usato un termine non corretto perché si può essere tratti in inganno dal titolo “platinum border” che, se non ho capito male, viene attribuito quando si supera un certo numero di messaggi ma questo non significa che ciò che scrivono è sempre corretto. Capita che qualcuno di loro, con le migliori intenzioni, cerca di intervenire su tanti argomenti anche senza avere le competenze necessarie. E’ normale che in un forum possa accadere e va bene così ma se ad esempio un utente suggerisce di chiedere la totalizzazione in casi in cui non può essere nemmeno richiesta o è addirittura penalizzante, penso sia giusto concludere che ha detto una cosa errata.

Ma voglio chiarire che non era mia intenzione muovere critiche a questo forum, ai moderatori e agli esperti che vi scrivono. Infatti ho detto che danno un supporto straordinario e informazioni utili nel 99% dei casi. Ho aggiunto che qualche volta possono scrivere un cosa inesatta sulla base di quello che ho riportato sopra, ma ovviamente è solo la mia personale opinione, potrei aver interpretato male le risposte avute o avrei dovuto scrivere che le informazioni in questo forum sono corrette al 99,99%, ma l’obiettivo del mio post, se lo si legge in modo integrale, era comunque quello di invitare ad “attingere da tutte le fonti perché nessuno ha la verità in tasca” come scrive giustamente Border.
Ringraziano per il messaggio: border
L'Argomento è stato bloccato.
Moderatori: giorgionecochiseNicola54
© 2021 Digit Italia Srl - Partita IVA/C.f. 12640411000. All Rights Reserved.