× Hai delle domande o vuoi discutere con altri membri del forum tematiche legate alla previdenza? In questo forum parliamo di tutto quello che riguarda le pensioni dai lavoratori esodati alla pensione anticipata. Buona navigazione!

lavoro all'estero ( 2 ) - possibilità di domanda per quota 100

17/04/2019 12:19#61822 da Silvio1953
Sì. Questa cosa la sapevo. Ti ringrazio per l'avvertimento che è sempre utile perché qui sicuramente non tutti sono consapevoli di questo pericolo. Mi sono guardato bene di chiedere la pensione alla Cassa previdenziale francese, cosa che potrei fare visto che in Francia, una specie di quota 100 c'è da molto tempo. Il sistema francese prevede che in nessun caso la pensione venga attribuita d'ufficio, l'interessato deve farne richiesta firmata e non ho nessuna intenzione di richiederla...

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

17/04/2019 11:41#61819 da Masaniello
Per Silvio 1953,

ATTENZIONE: l'Ape Sociale è incompatibile con la titolarità di una pensione estera, come è ribadito al paragrafo 1.5 del Messaggio 1551.
Quindi esiste il rischio concreto che l'Ape Sociale ti verrà revocata appena diventerai titolare della pensione estera (se il 1953 è il tuo anno di nascita, non dovrebbe mancare molto).

Peraltro, leggendo il paragrafo 1.13 (sotto riportato) sorge il dubbio che anche Quota 100 non sia esente dallo stesso rischio:

1.13 Soggetti titolari di pensione


Quesito
Possibilità di conseguire la pensione quota 100 da parte dei titolari di pensione a carico di forme previdenziali diverse da quelle indicate all’articolo 14, comma 1, del decreto-legge n. 4/2019 (ad esempio, Fondo Enasarco, Casse professionali, etc.).
Chiarimento
La titolarità di pensione a carico delle forme previdenziali diverse da quelle indicate all’articolo 14, comma 1, del decreto-legge n. 4/2019 (ad esempio, Fondo Enasarco, Casse professionali, etc.) non osta al conseguimento della pensione quota 100. La titolarità di pensione a carico di una delle forme previdenziali indicate all’articolo 14, comma 1, del decreto-legge n. 4/2019 osta al conseguimento della pensione quota 100, anche con il cumulo di periodi assicurativi presenti nelle altre forme previdenziali indicate al citato articolo 14.


Una domanda sorge spontanea: le pensioni estere dove si collocano? sono dentro o fuori dalle forme previdenziali indicate all'art. 14, comma 1, del DL 4/2019?

L'INPS, molto opportunamente, sembra non voler prendere nessuna posizione al riguardo.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

17/04/2019 10:55 - 17/04/2019 10:56#61814 da Silvio1953
Se lo scrivevano in sanscrito (non) si capiva uguale... :lol:

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

17/04/2019 10:10#61811 da Masaniello
In assenza ancora dei decreti attuativi, l'INPS ha pubblicato ieri 16/04 il Messaggio n. 1551, che è una sorta di FAQ relativo a Quota 100 (Art. 14 del DL 4/2019).

Non si trova nessun accenno alla questione dei contributi esteri, se non quanto riportato al paragrafo 1.8 (qui di seguito riportato), che non chiarisce assolutamente la questione.

1.8 Pensione quota 100 con il cumulo di periodi assicurativi solo presso il Fondo pensioni lavoratori dipendenti e/o presso le Gestioni speciali dei lavoratori autonomi


Quesito
Possibilità di accedere alla pensione quota 100 con il cumulo dei periodi assicurativi solo presso il Fondo pensioni lavoratori dipendenti e/o presso le Gestioni speciali dei lavoratori autonomi
Chiarimento
In presenza di sola contribuzione presso il Fondo pensioni lavoratori dipendenti e/o presso le Gestioni speciali dei lavoratori autonomi, il cumulo della contribuzione posseduta, al fine del perfezionamento del requisito contributivo dei 38 anni richiesto per il conseguimento della pensione quota 100, può realizzarsi esclusivamente in base alle disposizioni di cui agli articoli 20 e 21 della legge n. 613/1966.
Ringraziano per il messaggio: Silvio1953

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

17/04/2019 10:03#61810 da Silvio1953
Ieri è arrivata la lettera di respingimento dell'inps. Guarda caso non fa nessun allusione ai contributi esteri a differenza di quanto, A VOCE, mi aveva riferito l'impiegata... Il patronato ha immediatamente chiesto il riesame della domanda che, secondo me, sarà altrettanto immediatamente respinta. L'idea è di procedere successivamente al ricorso. Ci vorrà molto tempo, ma ho la fortuna di usufruire dell'Ape sociale. Penso a coloro che, senza nessun tipo di ammortizzatore, si vedono esclusi da un leggittimo diritto. Da brivido!
Ringraziano per il messaggio: blekaccio

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

15/04/2019 20:36 - 16/04/2019 08:53#61774 da Silvio1953
Non ho una preparazione giuridica ma mi viene difficile pensare che le leggi debbano elencare tutto ciò che si può fare, piuttosto elencano ciò che NON si può fare.

Così, come per strada è più facile trovare divieti che inviti, le leggi elencano ciò che non è permesso e non ciò che lo è.
Tornando alla legge che ci interessa, essa elenca tutti i divieti e i paletti e ciò che non è stato esplicitamente vietato dev'essere considerato autorizzato. In alcuni post più sopra ho allegato tutti i links che ho trovato in rete sull'argomento specifico e gli autori, esperti di diritto previdenziale partono tutti da questo presupposto.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Moderatori: giorgionecochiseNicola54
© 2020 Digit Italia Srl - Partita IVA/C.f. 12640411000. All Rights Reserved.