Economia

Economia

Come d’incanto ogni due o tre mesi riaffiora la proposta a due velocità del Presidente dell’Inps.
Nel documento di economia e finanza solo un richiamo generale ad una riforma che consenta «forme di flessibilità in uscita» ed un approfondimento sulle «prospettive pensionistiche» delle giovani generazioni. Ma l'accordo è lontano.
Il venticinquesimo report dell'Inail segnala un incremento di oltre 17.000 casi tra gennaio e febbraio 2022 pari a +8.3%, ma solo 2 decessi. Il settore più colpito è quello della sanità e assistenza sociale (63,7% delle denunce totali), ma a gennaio c'è stato un boom di contagi nel trasporto e magazzinaggio. Le più colpite al lavoro sono le donne che costituiscono il 68,3% dei casi totali, nonostante siano una minoranza tra gli occupati.
Secondo la nota redatta da Ministero del Lavoro, Banca d'Italia e Anpal aumenta ancora il numero delle attivazioni di nuovi contratti di lavoro, ma c'è una flessione nel saldo positivo rispetto agli ultimi mesi del 2021. La diffusione di Omicron e le conseguenti restrizioni hanno penalizzato il settore dei servizi, l'occupazione femminile e alcune regioni del Mezzogiorno.
Lo prevede un passaggio del decreto cd. energia, in vigore dal 23 marzo. La misura potrà essere concessa a discrezione delle aziende del settore privato ai propri lavoratori dipendenti. In aggiunta ad eventuali «fringe benefit».  
Lo prevede un passaggio del cd. decreto Ucraina bis. Ampliata la fascia dei beneficiari dei bonus sociali per gas ed elettricità. Potranno coprire oltre 5 milioni di famiglie in condizioni di disagio economico. 
© 2022 Digit Italia Srl - Partita IVA/C.f. 12640411000. Tutti i diritti riservati