Menu

Covid-19, L'attività di contact tracing va in gestione separata

I chiarimenti in un documento dell'Inps. Istituito un nuovo codice di rapporto per la corretta gestione degli obblighi previdenziali a favore dei 2mila operatori assunti per la ricerca dei contatti dei casi da COVID-19.

I compensi erogati al personale che svolge l'attività di contact tracing di ricerca e gestione dei contatti dei casi di COVID-19 confluiscono nella gestione separata dell'INPS salvo si tratti di personale sanitario iscritto all'Albo professionale nel qual caso, in ossequio delle regole generali, l'obbligo previdenziale va assolto presso la relativa Cassa professionale. Lo rende noto l'Inps nel messaggio n. 4147/2020 pubblicato l'altro giorno nel quale spiega che è stato istituito un nuovo codice di rapporto all'interno del flusso uniemens per la corretta gestione degli obblighi di natura previdenziale.

Con l’ordinanza 24 ottobre 2020, n. 709 il Capo del Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha disposto – su base regionale – il reperimento di 1.500 operatori sanitari e 500 addetti ad attività amministrativa a supporto di Regioni e Province autonome per l’operatività del sistema di contact tracing, di ricerca e gestione dei contatti dei casi di COVID-19. In riferimento alle figure amministrative, il reclutamento avviene in deroga a quanto disposto dall’articolo 7 del D.lgs 30 marzo 2001, n. 165, in tema di contratti di lavoro autonomo o di collaborazione coordinata e continuativa alle dipendenze della pubblica Amministrazione. L'Inps spiega che i compensi derivanti da tali rapporti sono assoggettati a contribuzione presso la Gestione separata ai sensi dell’articolo 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335, e vengono denunciati all’Inps tramite il flusso telematico Uniemens. Resta invece l’obbligo previdenziale presso le Casse professionali autonome per gli operatori sanitari per i quali è prevista l’iscrizione all’Albo professionale e presso la relativa Cassa professionale corrispondente (quali medici o infermieri o psicologi).

A tal fine l'Istituto ha introdotto un nuovo “Tipo rapporto” da inserire nel flusso Uniemens, specifico per le pubbliche Amministrazioni obbligate al versamento della contribuzione in virtù degli incarichi di collaborazione coordinata e continuativa. Nello specifico nella sezione <ListaCollaboratori>, dovrà essere inserito il nuovo codice “20” all’interno dell’elemento <TipoRapporto> di <Collaboratore>, che assume il significato di “collab.coord.e contin. Covid19- Ordinanza 24 ott.2020 PdCM protezione civile”; nell’elemento <TipoAttività> è necessario inserire il codice “20”, attività amministrativa da contact tracing.

Segui su Facebook tutte le novità su pensioni e lavoro. Partecipa alle conversazioni. Siamo oltre cinquantamila

Documenti: Messaggio Inps 4147/2020

Torna in alto

Pensioni Oggi

Sezioni

Speciali

Strumenti

Seguici