Menu

Stranieri, Permessi di soggiorno validi sino al 30 aprile 2021

I chiarimenti in un documento dell'Inps dopo l'approvazione del dl n. 2/2021 contenente nuove misure di contrasto all'emergenza sanitaria.

La validità dei permessi di soggiorno agli stranieri è stata prorogata sino al 30 aprile 2021. Lo rende noto l'Inps nel messaggio n. 895/2021 in cui spiega che restano validi anche i nulla osta per lavoro stagionale e i termini per convertire i permessi di soggiorno da studio a lavoro dipendente.

La nuova proroga è stata introdotta nell'ambito delle norme emergenziali anti Covid emanate per rallentare la diffusione del contagio con il decreto legge n. 2/2021 che il precedente decreto legge n. 125/2020 aveva già esteso fino al 31 dicembre 2020. Di conseguenza sono automaticamente prorogati fino al prossimo 30 aprile i permessi di soggiorno in scadenza (es. lavoro subordinato a termine e a tempo indeterminato; lavoro stagionale; ingresso e soggiorno per lavoro autonomo; per motivi familiari; per studio, eccetera).

La proroga per legge riguarda anche:

  1. i termini per la conversione dei permessi di soggiorno da studio a lavoro subordinato;
  2. i termini per la conversione dei permessi di soggiorno da lavoro subordinato stagionale a subordinato non stagionale;
  3. le autorizzazioni al soggiorno (art. 5, comma 7, TU Immigrati);
  4. i documenti di viaggio rilasciati ai titolari di protezione internazionale (art. 24 del dlgs n. 251/2007);
  5. la validità dei nulla osta rilasciati per lavoro stagionale (art. 24, comma 2, TU immigrati);
  6. la validità dei nulla osta rilasciati per il ricongiungimento familiare (artt. 28, 29 e 29 bis TU Immigrati);
  7. la validità dei nulla osta rilasciati per lavoro nei casi particolari (per ricerca; per blue card; per trasferimenti infrasocietari).

Della nuova proroga le sedi dell'Inps terranno conto nel decidere le domande di prestazioni che richiedano la presentazione della documentazione relativa al titolo di soggiorno.

Segui su Facebook tutte le novità su pensioni e lavoro. Partecipa alle conversazioni. Siamo oltre cinquantamila

Torna in alto

Pensioni Oggi

Sezioni

Speciali

Strumenti

Seguici