Menu

Pensioni, Da giugno scatta il taglio degli assegni superiori a 100mila euro lordi annui

Al via anche il recupero della maggiore indicizzazione concessa sulle pensioni superiori a tre volte il minimo nel periodo gennaio-marzo 2019. I chiarimenti in un documento Inps.

Le pensioni d'oro saranno tagliate a partire dalla mensilità di giugno. E con la medesima mensilità l'Inps effettuerà il recupero dell'indicizzazione più elevata delle pensioni superiori a tre volte il trattamento minimo (circa 1.500 euro lordi al mese) concessa nei primi tre mesi del 2019 (gennaio - marzo 2019). Ne da notizia l'Inps nel messaggio numero 1926/2019 pubblicato ieri dall'istituto di previdenza.

Pensioni d'oro

La prima questione riguarda l'applicazione del contributo di solidarietà introdotto dalla legge di bilancio per il 2019 (art. 1, commi da 261 a 268, della legge 30 dicembre 2018, n. 145) per il quinquennio 2019-2023 per le pensioni di importo complessivamente superiore a 100 mila euro. Il contributo, come già indicato nella Circolare Inps 62/2019 (su pensionioggi i dettagli del provvedimento) interessa tutte le pensioni dirette di cui almeno una quota sia calcolata con il sistema retributivo (ad eccezione delle prestazioni di invalidità e delle pensioni privilegiate). A tal fine l'Inps informa che ad iniziare dalla mensilità di Giugno 2019 i pensionati d'oro si vedranno riconoscere la riduzione in oggetto. Il conguaglio a debito derivante dal ritardo nell'applicazione della novella e, quindi, riguardante i ratei di pensione erogati tra gennaio e maggio 2019 saranno recuperati in tre rate, sulle mensilità di giugno, luglio e agosto 2019.

Conguaglio perequazione

La seconda precisazione riguarda i titolari di pensioni superiori a tre volte il trattamento minimo inps che, come noto, dal 1° gennaio 2019 hanno visto scattare nuove (e più penalizzanti) fasce di perequazione delle pensioni con la legge di bilancio per il 2019 rispetto a quanto previsto originariamente. L'Inps come si ricorderà ha proceduto al ricalcolo delle pensioni in godimento sulla base della nuova normativa a partire dalla mensilità di Aprile 2019 (Circolare Inps 44/2019) rimandando ad una data successiva il recupero della maggiore indicizzazione concessa nei primi tre mesi del 2019 (gennaio - marzo 2019). Ebbene con il predetto messaggio l'Inps informa che il conguaglio a debito dei pensionati relativo a tale periodo sarà effettuato nel mese di Giugno 2019.  

L'Inps informa, infine, che sul cedolino di pensione saranno esposte in maniera analitica e con descrizione dedicata anche le voci relative alle trattenute sopra descritte. Inoltre sul cedolino di giugno 2019 viene riportata la modalità di calcolo della riduzione delle pensioni di importo elevato.

Segui su Facebook tutte le novità su pensioni e lavoro. Partecipa alle conversazioni. Siamo oltre trentamila

Documenti: Messaggio Inps 1926/2019

Torna in alto

Pensioni Oggi

Sezioni

Speciali

Strumenti

Seguici